SLAUGHTER DENIAL – Treachery

Pubblicato il 22/03/2012 da
voto
6.5
  • Band: SLAUGHTER DENIAL
  • Durata: 00:46:00
  • Disponibile dal: 02/12/2011
  • Etichetta: Crash & Burn
  • Distributore: Masterpiece

L’italica brutalità musicale si sta facendo sempre più strada in un mercato saturo di proposte estreme, volte ad annichilire l’ascoltatore spesso tramite il consueto vocabolario extreme-metal, sovente tentando soluzioni nuove ed innovative, contaminando il sound di base con potenti e letali iniezioni di violenza sonora prelevata di peso da altri generi, rielaborata e sputata in faccia agli ignari fruitori. Dal Lazio giungono a noi questi giovani Slaughter Denial, band che ci serve su un piatto d’argento un sanguinolento obolo a base di brutale e tecnico death metal, pregno di dinamismo musicale, stop and go ritmici, ottimi e mai scontati interventi solisti ed una voce ferale che per la maggior parte del tempo si esprime con un abrasivo e lacerante screaming, alternato a profondissimi growl, che nelle sue tonalità più basse ed estreme diventa praticamente intelleggibile, ricordandoci non poco il primo Barnes. Non si limitano alle somiglianze con le vocals esageratamente gutturali i punti di contatto con la band di “Fucked With A Knife”, i Nostri palesano la loro ammirazione per i “cannibali” non tanto per la struttura deli brani, ma quanto per l’approccio dei singoli musicisti sui propri strumenti, in primis un basso che disegna intricate e virtuosistiche trame che rendono il sound maggiormente stratificato e coinvolgente. Non è scevro da difetti questo pur buon lavoro, in quanto la band sembra spesso perdere di vista la “forma canzone”, mancando di donare ad ogni brano un proprio elemento distintivo ed identificativo, producendo in realtà una quantità enorme di (ottimi) riff, potenzialmente intercambiabili però fra una traccia e l’altra. Il prossimo passo (obbligato) per la band dovrà essere il rendere ogni capitolo del proprio disco, indipendentemente dalla sua pesantezza ed intricatezza, un vera canzone, cercando di focalizzare al meglio la valanga di metalliche e malsane idee che sembrano nascere a getto continuo dalle dita e dalle menti di questi ragazzi. Concludendo, un buon lavoro, ottimamente prodotto e ricco di spunti interessanti, per un death metal che raccoglie influenze americane quanto europee, suonato con capacità tecniche assolutamente sopra la media (fatto al quale siamo ormai stati abituati dai musicisti nostrani), ma che pecca di aver esposto troppa carne al fuoco, spesso sparando con un bazooka quando sarebbe bastata una precisa rasoiata alla giugulare.

TRACKLIST

  1. Ruthless Throwback
  2. Milwaukee Cannibal
  3. Strategy Of Tension
  4. Illusion Of Doubles
  5. Reedemer Butcher
  6. Treachery
  7. Chilling Abduction
  8. Psychopathic
  9. Mind Diverted
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.