SLIPKNOT – 9.0 Live

Pubblicato il 21/12/2005 da
voto
6.0
  • Band: SLIPKNOT
  • Durata: 01:28:22
  • Disponibile dal: 19/12/2005
  • Etichetta: Roadrunner Records
  • Distributore: Universal

Il fatto che una delle big hits degli Slipknot si intitoli “Surfacing” (venire alla superficie, affiorare) fa pensare. Più che altro perché la superficie sembra essere l’habitat della band (o banda, nel senso di fanfara, visto l’affollamento sul palco) di Des Moines, Iowa. Il suono degli Slipknot è tutto lì, tutto davanti, tutto compresso, tutto in quello che si sente, tutto in superficie, insomma. Un pregio e un difetto. Il pregio: ciò che sta in superficie si pesca facilmente. Così milioni di ragazzini coi capelli viola ed un rapporto difficile con i genitori hanno pescato il messaggio e il suono della band, facendone il proprio inno (“The Heretic Anthem”) postadolescenziale. Il difetto: l’entusiasmo finisce in fretta. Gli Slipknot sono talmente in superficie che non lasciano niente da scoprire all’ascoltatore. Le strutture geometriche dei brani, tutti appoggiati su due enormi chitarroni e una sezione ritmica che deve al fenomenale Joey Jordison (bravissimo, ma cinque minuti di assolo sono comunque tanti) la propria efficacia, diventano prevedibili in fretta e fanno pensare che l’inerzia guadagnata con il primo album sia prossima ad esaurirsi. Il live album, approdo naturale per un gruppo che fa dell’esibizione dal vivo un irrinunciabile momento di contatto con un pubblico fedelissimo, è il distillato di quanto sono gli Slipknot. Tanti muscoli, tanto ritmo, tanti “make some fucking noise”. Dal vivo funziona (con dei suoni così, poi, figurarsi), ma manca tutto quello che dovrebbe rimanere nell’aria dopo aver premuto il tasto stop.

TRACKLIST

  1. The Blister Exists
  2. (Sic)
  3. Disasterpiece
  4. Before I Forget
  5. Left Behind
  6. Liberate
  7. Vermilion
  8. Pulse Of The Maggots
  9. Purity
  10. Eyeless
  11. Drum Solo
  12. Eyeore
  13. Three Nil
  14. The Nameless
  15. Skin Ticket
  16. Everythign Ends
  17. The Heretic Anthem
  18. Iowa
  19. Duality
  20. Spit It Out
  21. People=Shit
  22. Get This
  23. Wait And Bleed
  24. Surfacing
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.