SNEI AP – Sick Society

Pubblicato il 25/08/2014 da
voto
6.0
  • Band: SNEI AP
  • Durata: 00:40:29
  • Disponibile dal: 09/04/2014
  • Etichetta: Buil2kill Records
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Nata nel 2011, la all-female band Snei Ap arriva ora al lavoro di lunga durata dopo un EP semiacustico di cinque brani, “Hidden Floors”, uscito nel 2013. La band, che vanta nel proprio curriculum vitae anche l’aver fatto da supporting act per le Crucified Barbara nelle date italiane del 2013, propone un sound difficilmente catalogabile, misto tra punk, grunge, alternative rock ed alternative metal, per un risultato, a tratti un poco caotico, che ricorda ora gli Elastica, ora i Load di Duff McKagan ed i Garbage, ma anche gli Smashing Pumpkins, i Papa Roach ed i Blur con una venatura di cattiveria e di leggera violenza sempre presente nelle dieci tracce (che riprendono in versione aggiornata anche quelle presenti in “Hidden Floors”) di questo “Sick Society”. L’elemento più caratterizzante di questa band è la cantante Martina Petocchi, dotata di un timbro oscuro e sensuale, bilanciato da una interpretazione perennemente distaccata ed apparentemente ‘scocciata’, per un risultato che nega costantemente quasi ogni possibilità di melodia ed ogni dimostrazione di carisma. Strumentalmente parlando, la band non si espone mai in prove troppo difficili che possano mettere in luce doti tecniche particolari, per un effetto non propriamente brillante e senza il potenziale per esserlo. Analizzando i brani presenti in “Sick Society” notiamo una buona variabilità a livello di songwriting, senza comunque mai strafare, mai osare e brillare lungo tutti i dieci pezzi. Il problema di fondo per questa band è quindi l’assestarsi su una posizione consolidata senza provare ad andare oltre. Certamente il genere proposto è una buona scusante per alcune delle lacune e delle limitazioni riscontrate nella musica della band, ma non sufficiente all’assoluzione piena.

TRACKLIST

  1. Trouble
  2. Feed My Rage
  3. Amen (Hey Man)
  4. Spiral Of Silence
  5. Lucifer
  6. A New Choice
  7. Revenge
  8. Falling In My Rebirth
  9. Game Over
  10. Shame
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.