SOLAR CROSS – To The Ever Gleaming Pinnacle Of Timeless Mastery

Pubblicato il 06/12/2022 da
voto
7.5
  • Band: SOLAR CROSS
  • Durata: 00:38:14
  • Disponibile dal: 23/10/2022
  • Etichetta:
  • Ixiol Productions

Spotify:

Apple Music non ancora disponibile

Avvolto da completo mistero come tradizione richiedeva, il progetto Solar Cross arriva dal nulla più oscuro con un debutto minacciosissimo e che, online, ha raccolto un nugolo di ammiratori ben consolidato, facendo diventare piuttosto difficile reperire quest’opera prima in formato fisico. Se probabilmente è vero che l’hype che ha circondato l’uscita dei Solar Cross (in realtà un progetto solista ad opera dell’altrettanto misterioso The Great Stone Face) si deve anche a un discreto tam tam, il contenuto di questo “To the Ever Gleaming Pinnacle of Timeless Mastery” non sfigura affatto una volta approcciato il progetto. Il black metal proposto dagli statunitensi è ortodosso e oltranzista, ripescando totalmente il genere nella sua forma primigenia, senza alcun tipo di innovazione od orpello volto ad abbellire o modernizzare la proposta. Glaciale, asettico, misantropico black metal.
La produzione è totalmente lo-fi, e i brani sono ipnotici nella loro impellente ripetitività, generando quel senso di straniamento che i migliori dischi degli anni Novanta hanno saputo generare in questo ambito. Una scrittura (apparentemente) basilare fa da supporto a un’attitudine estremamente vecchia scuola, e come in poche altre occasioni si crea un’atmosfera mortifera che non spinge a saltare i brani, anzi, portando a godere in maniera complessiva e totalizzante della cupezza imbastita dai Solar Cross. Nella sua ferina espressività, il disco si svolge per quaranta minuti di black metal violento ma mai privo di morbose melodie, supportate da riff accattivanti e, come detto, un senso ipnotico capace di avvolgere l’ascoltatore durante il viaggio. Non si cerca, insomma, una semplice violenza atta a distruggere tutto, ma si va a colpire l’ascoltatore  sottilmente, quasi placandolo con strali d’odio e misticismo degni dei migliori nomi d’un tempo, siano essi Burzum, Satyricon o Darkthrone.
I Solar Cross disegnano dunque un lavoro che non stupisce per la formula in sé quanto per l’aderenza ad un canone che viene qui interpretato in maniera eccellente e vibrante, dove il black metal rivive i fasti del suo germe infame, annientando decenni di innovazione grazie alla totale osservanza dei canoni sacri del genere.
Lavoro davvero interessante, dunque, probabilmente non consiglibile ai blackster dell’ultima ora avvicinatisi al genere nell’ultimo decennio sulla scia della popolarità di alcuni nomi più al passo coi tempi, ma consigliatissimo a qualsiasi amante del black più tradizionale, che magari oltre a  facepaint e a blast-beat registrati in cantina cerca anche vera e propria sostanza.

TRACKLIST

  1. Prologue
  2. Entwined Pathways
  3. The Unassailable Towers of Infinity
  4. When the Last Lamps Expire
  5. Hour of Perdition
  6. Unwaning
  7. Epilogue
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.