SONIC HAVEN – Vagabond

Pubblicato il 04/05/2021 da
voto
7.5
  • Band: SONIC HAVEN
  • Durata: 00:54:27
  • Disponibile dal: 07/05/2021
  • Etichetta:
  • Frontiers

Spotify:

Apple Music:

Tutto ruota attorno a Herbie Langhans in questo nuovo progetto: il talentuoso cantante ha messo assieme una band di tutto rispetto, ha deciso di sviluppare il suo amore per il power metal con quel gusto tedesco che lo contraddistingue e ha scelto Sascha Paeth in fase di mixaggio e registrazione, con l’aiuto di Miro nelle orchestrazioni. E questa idea ha subito trovato casa presso la Frontiers, sempre più culla e trampolino di lancio per nuove band con una determinata anima rock o metal melodica. Sommando tutti questi top player che concorrono a “Vagabond” e difficilmente otterrai un risultato diverso dalla vittoria su tutti i fronti, specialmente per chi ama i suoni che partono dai Judas Priest e arrivano agli Helloween e ai Kamelot. Molto più graffiante di tanti suoi colleghi, Herbie, già membro di Avantasia in sede live, Voodoo Circle, Sinbreed e Beyond The Bridge, mette l’anima in ogni sua interpretazione, dai passaggi classic rock di “Nightmares” a quelli più impostati, dove gioca con le note dal basso verso l’alto, come in “Keep The Flame Alive”, dove la sua performance trova un’ambientazione ben riconoscibile con i ritocchi di Miro alle tastiere. In ogni pezzo si trova il corretto mix tra melodia, arrangiamenti e ritmi che rendono godibile il susseguirsi delle tracce, restando piacevolmente colpiti ora dagli assoli e dai riff di Carsten Stepanowicz (chitarrista nei Radiant), soprattutto nella tirata opener e titletrack “Vagabond”, oppure in “Blind The Enemy”, dove gioco-forza è il binomio basso-batteria di Dominik Stotzem (compagno di Langhans al basso nei Beyond The Bridge) e di André Hilgers (già batterista di Bonfire, Rage e Silent Force). Molto variegato e con tutti i clichè al posto giusto, questo “Vagabond” si completa anche con l’immancabile ballad “Save The Best For Last” – che si contraddistingue per la sua voce avvolgente in crescendo alla Bon Jovi e con un suono molto più oltreoceano – e con l’anthem “Striking Back”, degna conclusione nella prova musicale di tutti i quattro Sonic Haven.

TRACKLIST

  1. Vagabond
  2. Back To Mad
  3. Nightmares
  4. Keep The Flame Alive
  5. End Of The World
  6. The Darker Side
  7. I Believe
  8. Save The Best For Last
  9. Blind The Enemy
  10. From White To Black
  11. Striking Back
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.