SORCERY – Necessary Excess of Violence

Pubblicato il 19/08/2019 da
voto
7.5
  • Band: SORCERY
  • Durata: 00:46:03
  • Disponibile dal: 20/08/2019
  • Etichetta: Xtreem Music
  • Distributore:

L’avventura dei Sorcery procede ormai a pieno regime e i death metaller svedesi ritornano con un altro album che spesso suona più tardi anni Ottanta/primi Novanta di un lavoro realizzato in quel periodo. L’exploit che il gruppo ha fatto registrare con il comeback album del 2013, “Arrival At Six”, non è stato un fuoco di paglia, come del resto ha confermato anche il suo diretto successore, “Garden of Bones” (2016); questa nuova incarnazione dei Sorcery ha lo spirito di una band agli esordi e sembra avere più stabilità che mai. Anche in questo nuovo “Necessary Excess of Violence” gli svedesi tirano dritti senza guardarsi attorno, come se fossero tornati ragazzini. Giustamente, il fatto che alcuni di loro abbiano quasi cinquant’anni e non venti non sembra loro interessare, ed è indubbio, ascoltando questa nuova prova, che si siano decisamente divertiti nel suo confezionamento. Il volere aderire così tanto ad un certo modo di intendere il death metal richiede una buona brillantezza nella scrittura delle nuove canzoni per riuscire a restare rilevanti album dopo album e, per fortuna, questo è il caso del quintetto, il quale si rivela nuovamente capace di realizzare un disco complessivamente ispirato e coinvolgente, lontano dall’essere soltanto un’operazione nostalgica volta a mostrare come si componeva e come si suonava negli anni in cui il gruppo ha mosso i suoi primissimi passi. Come sul debut album “Bloodchilling Tales” (1991), i Sorcery possono vantare un’inclinazione alla melodia che è condizione fondamentale per ciò che si propongono di fare: le strutture dei brani risultano molto tradizionali e al contempo ficcanti e funzionali grazie alla puntuale attenzione per i ritornelli; le atmosfere rimandano spesso e volentieri anche a quelle tipiche di un classic metal alla King Diamond e quasi ogni episodio è baciato da dei duelli chitarristici capaci di farsi presto ricordare. In pezzi come “The Stellar Circle”, “I’ll Be Gone in the Dark” o “Death is Near” il classico sound in stile Entombed/Dismember, temi orrorifici e digressioni old school metal si fondono in proporzioni sempre differenti, portando sufficiente varietà alla proposta di una band che di certo non si esime dal percorrere sentieri già abbondantemente battuti. La formazione scandinava, però, lo fa con sano entusiasmo e grande cura per i dettagli, rendendosi così estremamente gradevole all’ascolto. “Necessary Excess of Violence” è ormai l’ennesimo disco generoso e trasparente della sua rinnovata carriera.

TRACKLIST

  1. The Stellar Circle
  2. Where We Were Born We Will Demise
  3. The Darkest Part of You
  4. Of Blood and Ash
  5. I’ll Be Gone in the Dark
  6. Death is Near
  7. Illuminate
  8. King of Nothing
  9. Year of the Plague
  10. Language of the Conqueror
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.