SOUL SECRET – Babel

Pubblicato il 02/08/2017 da
voto
7.0
  • Band: SOUL SECRET
  • Durata: 01:09:00
  • Disponibile dal: 28/07/2017
  • Etichetta:
  • Pride & Joy Music
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

I Soul Secret tornano con un nuovo album, intitolato “Babel”, che segue di un paio di anni il bellissimo “4”. Ancora una volta, la band opta per un concept, incentrato principalmente su due personaggi, Sam e Adriel, incaricati di intraprendere una missione spaziale per trovare Dio. Un’idea per certi versi da uomo medievale, trasposta però in un contesto di fantascienza, che lascia intendere tuttavia come quello non fosse ovviamente il sistema migliore: i due, infatti, troveranno la città di Dio vuota, ma alla fine del disco si comprenderà qual è invece la sua vera essenza e come possa realmente essere trovato. Come spesso avviene quando c’è di mezzo un concept, il lavoro presenta determinate caratteristiche, che influiscono sulla buona riuscita del disco. In questo caso, a nostro avviso, le tracce sono troppo legate ad una trama narrativa e questo condiziona gli ascolti successivi una volta che si conosce la storia, un po’ come se si leggesse lo stesso libro o si guardasse lo stesso film per l’ennesima volta. Con l’idea del concept, inoltre, capita che vi siano alcuni temi musicali o idee che vengano di tanto in tanto ripresi e che a lungo andare potrebbero dare un senso di ripetitività. Così, ad esempio, balza subito in evidenza come la band faccia ricorso a sonorità latine (che fanno un po’ Angra ma in generale molto brasiliano) jazz/fusion, già presenti ad esempio nella seconda traccia “What We’re All About”: se l’effetto appare inizialmente molto interessante, quando lo si ritrova più volte in seguito, la stessa idea comincia ad apparire meno brillante e più scontata. Ad ogni modo, i Soul Secret sono ormai un gruppo di una certa esperienza e di grande bravura, che sa costruire canzoni dalla struttura molto articolata, magari inserendo anche ritmiche dalla complessa periodicità e divagazioni strumentali di ampio respiro. La nostra sensazione, tuttavia, è che stavolta la band sembri cercare le soluzioni più complesse ad ogni costo, dilatando talvolta le tracce in maniera eccessiva, soprattutto nella seconda parte della tracklist, anche quando probabilmente alcuni passaggi non danno poi l’impressione di essere davvero funzionali al contesto del brano. Insomma, “Babel” è un disco che sa essere intrigante ed interessante, ma che alla lunga finisce per mettere a dura prova anche i progster più incalliti, perchè i brani vengono talvolta un po’ appensatiti da tanti orpelli e continui intermezzi, al punto che poi si fa fatica a venirne a capo. Dal punto di vista stilistico, si segnalano rispetto al passato più influenze derivate dal prog rock, nonchè alcuni spunti decisamente pinkfloydiani, come le linee vocali di “LogOS” e alcuni assoli di chitarra, come possono ascoltarsene ad esempio in “Entering The City Of Gods”. Ci ha poi maggiormente convinti rispetto al precedente album il cantante Lino Di Pietrantonio, ora decisamente meglio calato nel contesto della proposta musicale del gruppo partenopeo. In conclusione, i Soul Secret confermano di essere una band di altissimo livello, che però se riuscisse ad essere un pizzico più lineare e diretta nella propria proposta, senza per questo sminuire la propria capacità di immaginare trame complesse e passaggi virtuosistici, sarebbe pronta a sfornare capolavori. Come abbiamo precisato,”Babel” è comunque un disco notevole, realizzato con grande professionalità e con uno sforzo non indifferente sia a livello compositivo che esecutivo e che merita perciò di avere la sua chance.

TRACKLIST

  1. Prologue
  2. What We're All About
  3. A Shadow On The Surface
  4. Will They?
  5. LogOS
  6. Awakened By The Light
  7. Entering The City Of Gods
  8. The Cuckoo's Nest
  9. Newton's Law
  10. In The Hardest Of Times
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.