SOULS OF DIOTIMA – The Sorceress Reveals – Atlantis

Pubblicato il 08/07/2016 da
voto
7.0
  • Band: SOULS OF DIOTIMA
  • Durata: 01:10:21
  • Disponibile dal: 06/10/2016
  • Etichetta:
  • Distributore:

Alzano il tiro gli italiani (di Sassari) Souls Of Diotima, che dopo il caruccio “Maitri” e il migliore “What Remeain Of The Day” approdano quindi all’agognato traguardo del terzo album in carriera. Come appena detto, stavolta il gruppo sardo fa le cose più in grande, proponendoci un complesso concept a trama fissa, presentatoci peraltro da un titolo, “The Sorceress Reveals – Atlantis” che fa pensare a un primo capitolo di una possibile saga di dischi ‘narrati’ da questa misteriosa incantatrice. Se questo primo, ricco, capitolo dedicato alla perduta civiltà di Atlantide avrà un seguito o no potranno dircelo solo i membri della band stessa, ma quello su cui possiamo concentrarci adesso è invece la musica, che si presenta a noi decisamente più magniloquente e bombastica che nei due album precedenti. Se in effetti già con “What Remains Of The Day” eravamo entrati in contatto con un’evidente stima da parte dei Souls Of Diotima nei confronti del metal più hollywoodiano e da colonna sonora di marca Rhapsody Of Fire; su questo terzo capitolo notiamo come le coordinate musicali si cristallizzino proprio su questa forma, accantonando del tutto le più semplici influenze power ed estremizzando invece il comparto bombastico e sinfonico. Si sposta quindi ancora di più l’equilibrio verso le tastiere e arrangiamenti, una decisione però che fortunatamente non limita ma anzi esalta il contributo chitarristico dei comunque sempre bravi Puledda/Fiori. Similarmente a quanto fatto già dai Virgin Steele con i loro concept eroici “Invictus” e “The House Of Atreus”, il qui presente “Atlantis” risulta composto da un alto numero di tracce, in cui molte però non sono che brevi introduzioni al pezzo vero e proprio – spesso ne condividono anche il titolo – e non caricano quindi eccessivamente un ascolto che comunque risulta più impegnativo rispetto al precedente album. Le varie canzoni incluse in questa corposa tracklist risultano tutte ben focalizzate e posizionate nella trama, con particolare riferimento all’ottima “Divine Love”, elegante ballad sinfonica arricchita da uno splendido assolo, a “Fate And Destiny” con il suo preludio epico e glorioso, e “Zeus Unleashed”, che scomoda addirittura il rock teatrale di Meat Loaf. Come già avveniva in “What Remain Of The Day”, i Nostri schivano gli schemi preconfezionati da Nightwish e compagnia sinfonica, preferendo prendere solo piccole parti piuttosto che interi blocchi dai pentagrammi principalmente di Epica e Rhapsody, ma mischiandoli con massicce dosi di genuina personalità. Il risultato è un prodotto che tiene la prua della nave saldamente puntata in avanti e le vele ben gonfie, facendoci ben sperare per un futuro assolutamente roseo. Ancora, a voler essere pignoli, qualche problema lo troviamo, e forse questo “Atlantis” risulta a tratti un pelo lunghetto o diluito in alcune sezioni verso la sua fine, ma si tratta di problemi piuttosto veniali, che non minano una qualità di fondo decisamente su alti livelli. Complimenti.


TRACKLIST

  1. The Sorceress Reveals - Atlantis (Prelude)
  2. The Land of the Wind
  3. Stories Songs and Celebrations
  4. Divine Love (Interlude)
  5. Divine Love
  6. Fate and Destiny (Interlude)
  7. Fate and Destiny
  8. Gold and New Horizons (Interlude)
  9. Gold and New Horizons
  10. The Battle of Giants (Interlude)
  11. The Battle of Giants
  12. Tears of Fury (Interlude)
  13. Tears of Fury
  14. Zeus Unleashed (Interlude)
  15. Zeus Unleashed
  16. Atlas Condemned (Interlude)
  17. Atlas Condemned
  18. Our Atlantis (Interlude)
  19. Our Atlantis
  20. The Sorceress Reveals - Atlantis (Prologue)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.