SPECCHI DI GIADA – Prologo

Pubblicato il 21/10/2019 da
voto
7.0
  • Band: SPECCHI DI GIADA
  • Durata: 00:15:09
  • Disponibile dal: 08/04/2019
  • Etichetta:
  • Distributore:

Gli Specchi Di Giada nascono nel 2017 dalle ceneri dei Camera Oscura, intorno ad un nucleo formato da Luca Nasetti (voce e chitarra) e Alessio Cattivera (chitarra), e decidono di lanciare un guanto di sfida ad un mercato, quello del rock di stampo heavy cantato in italiano, che sembra ormai obsoleto. I due musicisti, ai quali si affiancano il batterista Jacopo Ciancamerla e il bassista Diego Ilari, vogliono dare ampio risalto ai loro testi, che affrontano temi importanti, senza timore di prendere una posizione (“non è simbolo di classe il colore delle razze, Fedeltà, Onore e Gloria, falsi dei di questa storia”), e da qui nasce l’idea di sfruttare la nostra lingua madre per cantare delle canzoni che, nella loro componente musicale, si appoggiano invece su un hard rock robusto e sanguigno. Quello che abbiamo tra le mani è un demo di tre pezzi, che rappresenta un buon biglietto da visita per le qualità del quartetto romano: le canzoni sono essenziali, ma non banali, eseguite con il giusto piglio, serio ma non serioso, impegnato ma non didascalico o paternalistico. Un plauso particolare agli assoli di chitarra, che abbelliscono le canzoni con notevole gusto, così come le linee vocali, che rimangono ben impresse nella mente dell’ascoltatore. Dei tre brani presentati, abbiamo apprezzato soprattutto “Falsi Dei” e “Sangue E Cemento”, che sintetizzano al meglio le qualità della band. Certo, la sfida è impegnativa: la proposta non è la più attuale possibile e bisognerà vedere se ci sarà un pubblico interessato a riempire uno spazio rimasto vuoto. Non ci resta che dare fiducia a questi ragazzi e vedere cosa saranno capaci di fare: da quello che abbiamo ascoltato Gli Specchi Di Giada hanno le potenzialità per riuscire a far emergere la propria personalità.

TRACKLIST

  1. Lancia Flaminia
  2. Falsi Dei
  3. Sangue E Cemento
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.