SPIDKILZ – Threads Are Breaking

Pubblicato il 31/03/2020 da
voto
6.5
  • Band: SPIDKILZ
  • Durata: 00:49:38
  • Disponibile dal: 06/02/2020
  • Etichetta:
  • Broken Bones

Spotify:

Apple Music:

Gli Spidkilz, band formata dall’ex voce dei White Skull Elisa ‘Over’ De Palma, tornano a pubblicare un nuovo disco dopo sette lunghi anni dal loro esordio “Balance Of Terror”.  Cinquanta minuti divisi in otto brani che trattano tematiche legate ai miti ed alle divinità dell’antica Grecia, tutti all’insegna dell’heavy metal classico della vecchia scuola.  La lunga opener “Gea” con i suoi sette minuti e mezzo di durata, si rivela subito un brano dalle tinte epiche e maestose, con strofe veloci e parti vocali che in qualche modo ricordano certe soluzioni tipiche dei White Skull nel periodo in cui Elisa ‘Over’ era salda dietro al microfono. “Midas” non è da meno, al suo interno troviamo cambi di tempo e sfuriate letali a metà via tra heavy e thrash metal, grezze e violente, proprio come insegnano le regole fondamentali del metallo colante. Durante l’ascolto spicca uno degli episodi più interessanti dell’intero album, “Narkissos”, che ci permette di riprendere fiato in quanto ballad molto evocativa, piena di ispirati assoli di chitarra e interpretata in modo più che convincente da Elisa. La seconda parte di “Threads Are Breaking” rallenta la velocità di navigazione e punta tutto sul groove di pezzi come “Kronos” e “Dionysos”, più oscuri ed atmosferici rispetto ai capitoli iniziali di questo lavoro. Gli Spidkilz hanno confermato il loro buono stato di forma anche se a conti fatti il loro secondo e nuovo disco non contiene al suo interno delle potenziali hit di livello superiore e in grado di aprire le porte dell’Olimpo dell’heavy metal alla band. Alla titletrack viene affidato il compito di chiudere in bellezza il sipario e gli Spidkilz non si tirano certo indietro, anzi danno il massimo con un’ultima sfuriata veloce e poderosa. Un lavoro convincente, prodotto in modo professionale, pieno di heavy metal vecchia scuola che sicuramente piacerà ai defenders più incalliti, ma non è ancora abbastanza per ambire alla consacrazione definitiva. La nostra speranza ora è di non dover attendere altri sette anni per il capitolo tre firmato Spidkilz.

TRACKLIST

  1. Gea – Γῆ
  2. Midas – Μίδας
  3. Arachne – Αράχνη
  4. Narkissos – Νάρκισσος
  5. Ares – Áρης
  6. Kronos – Κρόνος
  7. Dionysos – Διόνυσος
  8. Threads Are Breaking
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.