STENCH – In Putrescence

Pubblicato il 30/11/2010 da
voto
6.5
  • Band: STENCH
  • Durata: 00:30:58
  • Disponibile dal: /11/2010
  • Etichetta: Agonia Records
  • Distributore: Masterpiece
Il death metal degli Stench è sporco e diretto. Sembra discendere direttamente dalle alchimie sonore dei primissimi gruppi death metal americani e svedesi (Morbid Angel e Merciless i nomi più omaggiati), anche se i suoni a cui si affida questo nuovo gruppo svedese – in cui militano Jonathan e Jonka dei Tribulation – sono ovviamente un po’ più al passo coi tempi. Il groove è l’elemento fondamentale nella musica dei nostri, e infatti il basso è quasi sempre in bella evidenza su ognuna delle otto canzoni di "In Putrescence", le quali però vivono anche di alcuni riuscite aperture atmosferiche, evidenti in particolare nelle due tracce conclusive, "Drenched In The Light" e "The Ones Who Rot". Proprio i suddetti Tribulation, alla fine dei conti, sembrano costituire il termine di paragone più calzante per questi Stench: il mood del disco è meno macabro rispetto a quello in dote a "The Horror", ma la continua alternanza di soluzioni death e thrash e l’attitudine old school molto ostentata fanno sì che la band possa essere considerata una sorta di appendice del progetto madre. Considerata anche la buona ispirazione che in questa occasione ha baciato i nostri, ce n’è abbastanza per far incuriosire i nostalgici di certo proto-death metal di venti anni fa.

TRACKLIST

  1. The Blackness
  2. Face of Death
  3. Ghosts
  4. Breath of the Rottenness
  5. The Fire
  6. Crimson Hills
  7. Drenched in the Light
  8. The ones who Rot
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.