STICKY BOYS – Calling The Devil

Pubblicato il 16/03/2017 da
voto
7.5
  • Band: STICKY BOYS
  • Durata: 00:45:11
  • Disponibile dal: 27/01/2017
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

Da Parigi provengono gli Sticky Boys, una rumorosa ed allegra band che con il nuovo “Calling The Devil” firma il suo terzo disco in studio. La strada percorsa da questo trio è quella del rock’n’roll grezzo e diretto, venato da influenze punk. Una breve intro, “In Confidence”, lascia subito spazio a “Better Days”, un pezzo dove le chitarre pagano dazio agli AC/DC, qui in versione più sporca e diretta.  Su “Tough Machine” gli Sticky Boys pestano sull’acceleratore, riff e batteria questa volta chiamano in causa i Motorhead più incazzati e veloci.  Il vocione sporco e graffiante di Alex Kourelis rilascia grosse scariche di adrenalina, durante l’ascolto dei pezzi viene voglia di lasciarsi andare ad un furioso headbanging, grazie alle melodie tanto dirette quanto semplici e coinvolgenti. A metà scaletta la band propone “An Afternoon In the Park”, una ballad che ci permette di riposare i timpani prima di riprendere a pestare con “Ready To Go”, una bella bordata melodica e radiofonica che ci ricorda i momenti più commerciali dei Ramones. Le carte vincenti degli Sticky Boys vanno cercate nella semplicità delle composizioni, la struttura, gli arrangiamenti non richiedono grane perizia tecnica, qui viene premiata la capacità di arrivare dritti in testa grazie a melodie davvero irresistibili ed un’attitudine rock di vecchia scuola. “Calling The Devil” non si può certo definire un disco innovativo, ci troviamo infatti di fronte a dello sporco ed onesto rock’n’roll, che sin dalla prima passata nel lettore riesce a conquistare il favore degli ascoltatori. La produzione punta sui suoni sporchi delle chitarre, sull’impatto dei pezzi e sulla ‘botta’ che questi talentuosi musicisti riescono ad infondere alla loro musica. Ottima la scelta di alternare canzoni incazzate come la motorheadiana “Real People” a ballate toccanti (“Drifting Away”), in questo modo l’ascolto diventa più dinamico e non c’è rischio che la monotonia prenda il sopravvento. “Calling The Devil” si conferma un disco potente ed ispirato, molto piacevole all’ascolto, gli Sticky Boys hanno fatto davvero un gran lavoro che, ci auguriamo, verrà supportato al massimo dai rockers più incalliti.

TRACKLIST

  1. In Confidence
  2. Better Days
  3. Good Morning Sunshine
  4. Tough Machine
  5. The Lonely Tree
  6. The Vision
  7. An Afternoon in the Park
  8. Ready to Go
  9. The Dog Is Going Out
  10. Real People
  11. Calling the Devil
  12. Drifting Away
  13. She Won’t Let Me In
  14. Elvis 666
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.