STIGMA – Concerto For The Undead

Pubblicato il 20/04/2010 da
voto
7.5
  • Band: STIGMA
  • Durata: 00:41:54
  • Disponibile dal: 30/04/2010
  • Etichetta: Pivotal Rockordings
  • Distributore: Andromeda

Chiamati al non facile compito di confermare quanto di buono fatto sentire all’epoca del loro debut album "When Midnight Strikes!", gli Stigma centrano il bersaglio, mostrando una maturazione auspicabile ma per nulla scontata. Ora come allora, permane un concept che potremmo definire vintage-horror – stavolta ispirato alla serie a fumetti "Tales From The Crypt", pubblicati dalla EC Comics all’inizio degli anni ’50 – così come la presenza di ospiti di riguardo – in arrivo dalle fila dei Dead To Fall e dei The Red Shore. Rispetto al recente passato è forse venuto meno l’effetto sorpresa e la spontaneità caratteristica del debut album, ma ciò è stato largamente compensato da una maturazione artistica tale da permettere ai nostri di sfornare una tracklist solidissima, in cui non una sola oncia di potenza è stata sacrificata. Volendo pescare nel mazzo, impossibile non citare l’opener "Chop His Head Off!", il primo singolo "Prove You Are a Man!" o le sparatissime "3000 Years and Still Keeping it Real" e "A Grave Situation", canzoni al tempo stesso semplici (per l’impatto immediato) ed intricate (per le partiture spesso al limite del prog), destinate a proiettare il quartetto piemontese nel gotha del metalcore svedeseggiante di fianco ai vari Unearth, As I Lay Dying, Darkest Hour, Heaven Shall Burn, Maroon e Neaera. Un paio di mid-tempo meno incisivi ("A Monstorous Feeling" e "What About a Terror Ride") impediscono al disco di raggiungere lo status di capolavoro, ma ciò non toglie che il secondo full-length dei nostri sia un lavoro inattaccabile sotto ogni punto di vista, grazie ad una prestazione maiuscola di tutta la band, con una nota di merito per il batterista Stefano, un Terminator poliritmico mandato sulla terra per sterminare il legno di noce a suon di bacchette ed in grado di donare quel quid in più alle composizioni grazie a pattern mai banali. Non lasciatevi quindi trarre in inganno dagli accostamenti con il deathcore adolescenziale dei Bring Me The Horizon (il cui chitarrista è peraltro qui impegnato in veste di producer): il contenuto sonoro di "Concerto For The Undead" è adatto anche ad un pubblico adulto, specialmente se poco incline alle partiture ‘allegre ma non troppo’ e ‘andanti con brio’ ma bensì seguace dei tempi ‘badilate sulle gengive’. Inutile dunque aggiungere dell’altro, lor signori prendano posto tra le fila dell’auditorium di Mondovì, si spengano le luci, tacciano le voci, musica maestro e…che il massacro di massa abbia inizio!

TRACKLIST

  1. Chop His Head Off!
  2. Prove You Are a Man!
  3. …And They Died Happily Ever After!
  4. A Monstrous Feeling
  5. The Undertaker
  6. What About a Terror Ride
  7. 3000 Years and Still Keeping it Real
  8. A Grave Situation
  9. Beat Me Maestro, Eight to the Dead!
  10. Doctor Skeleton
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.