STILLE VOLK – La Pèira Negra

Pubblicato il 21/11/2014 da
voto
7.0
  • Band: STILLE VOLK
  • Durata: 00:49:28
  • Disponibile dal: 02/05/2014
  • Etichetta: Holy Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Ecco a voi un gruppo che suona musica Folk, con la ‘F’ maiuscola. Già dall’opener si capisce che la band padroneggia talmente bene la materia da essere persino in grado di personalizzarla a proprio piacimento, ma a tutto questo gli Stille Volk ci hanno abituato da anni ed il loro nome dovrebbe suonarvi tutt’altro che nuovo. Su questo loro sesto album la musica bucolica e pastorale diventa anche ricca a dinamica, la band ha saputo creare i tempi giusti e li ha diversificati saggiamente ed i primi due capitoli di questo lavoro ne sono un chiaro esempio: il cantato in francese (ed occitano) dona eleganza, dolcezza e particolarità ad una musica spesso trascinante. Questo gruppo non è sempre stato così, si è evoluto negli anni ed ora probabilmente è ai suoi massimi livelli, “La Pèira Negra” è un album ricco di spunti e musicalità, fortunatamente distante dal minimalismo e dalla pochezza folk messa in campo da buona parte dei gruppi extreme metal che si cimentano con il folk o pagan metal. Non mancano gli acuti epici come su “L’éveil Du Spectre” e sono ben presenti i riferimenti alla musica medievale, basti ascoltare “La Litanie Du Pétrifié” per addentrarsi nell’atmosfera di una festa di paese in pieno Basso Medioevo, con tanto di banchetti, menestrelli e spettacoli teatrali. Gli Stille Volk non sono un gruppo metal, ma il loro appeal per gli amanti della musica estrema non manca di certo, tanto che non a caso la band ha scelto di fare una cover di Mercyful Fate. Molti gruppi che suonano metal misto al folk dovrebbero prendere spunto proprio da realtà come la loro per riuscire a comporre una musica tradizionale dal sapore antico e con una musicalità ricca: qui non ci sono due accordi in croce fatti con la chitarra acustica e spacciati per musica folk, come invece spesso purtroppo capita di ascoltare in album di gruppi che non riescono a far bene né le parti folk né quelle metal. Siamo davanti ad un album davvero ricco di spunti, di energie, ma anche di momenti sereni e rilassanti. Per chi ancora non li conoscesse bene, gli Stille Volk di oggi sono una band da (ri)scoprire.

TRACKLIST

  1. Dementis maudiçon
  2. Sous L'oeil De La Lune
  3. L'éveil Du Spectre
  4. La Pèira Negra
  5. La Litanie Du Pétrifié
  6. La Forêt Gorgone
  7. Heaume De Lichen
  8. En Occulz
  9. Come To The Sabbath (Mercyful Fate cover)
3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.