STORMCROW – Face The Giant

Pubblicato il 23/06/2019 da
voto
6.5
  • Band: STORMCROW
  • Durata: 00:39:57
  • Disponibile dal: 14/05/2019
  • Etichetta: Vacula Productions
  • Distributore:

Dopo sette anni di silenzio ritornano gli Stormcrow con il secondo full-length. Messisi in mostra con il primo EP “Wounded Skies” imbevuto di influenze melodiche black metal, nonostante siano trascorsi diversi anni i Nostri non hanno perso lo smalto e nemmeno lo stile inaugurato con la prima release. “Face The Giant” presenta uno stile un po’ meno derivativo dalla scuola melodica black metal svedese rispetto a quanto espresso in passato, le canzoni hanno delle strutture piuttosto semplici e lineari, ma tale impostazione scarna aiuta la potenza del sound ad esprimersi in tutta la sua forza senza essere trattenuta da complicate trame che spesso finiscono col disperdere l’energia. La titletrack è senza dubbio uno dei pilastri su cui si regge questo secondo album, ma non si può dire altrettanto di tutti i brani presenti: infatti un paio di essi si rivelano un po’ troppo scontati e superflui nell’economia di questa release. Il gruppo mantiene una sottile vena melodica nel riffing di chitarra, ma a volte questa risulta poco innovativa. Adesso il black metal che va in voga è ben lontano dalla proposta tradizione offerta dagli Stormcrow e per questo ci sentiamo in dovere di consigliare la release solo a chi è rimasto fedele alla scuola ‘old’ e non a chi cerca una soluzione sperimentale. Il sound si è tinto maggiormente d’oscurità, indice che la band sta cercando di scrollarsi di dosso gli elementi sonori non personali e vuole trovare la via giusta verso un proprio distintivo trademark. La ricerca non si è completata con questo album e le cose sono cambiate troppo poco se pensiamo che sono passati ben sette anni da un album all’altro, ma vale la pena dare a questo gruppo ancora una possibilità sperando che la risposta stavolta arrivi in tempi d’attesa minori. Un plauso va fatto alla sezione ritmica messa giustamente in primo piano dalla produzione; qui decisamente ci siamo, ma attendiamo una maggior ispirazione a livello di trame e di melodie per poter innalzare la band al di sopra del calderone underground settoriale nostrano. Gli Stormcrow si attestano sostanzialmente sempre sul medesimo livello qualitativo, la scommessa è quella di (ri)trovare la prossima volta un gruppo con la maturità tecnica di “Face The Giant” e l’esplosività incontrollata ed abbagliante del primo EP perché per il momento la band si è fermata a metà strada e la vera trasformazione non si è completata su questo secondo lavoro, che rischia di restare un po’ un episodio interlocutorio. Per quanto sin qui dimostrato, siccome negli Stormcrow le potenzialità ci sono tutte, attendiamo fiduciosi.

TRACKLIST

  1. The Void
  2. Face The Giant
  3. Through The Eyes Of A Beast
  4. Nanga Parbat
  5. Black Mother
  6. Relentless
  7. River Of Decay
  8. Empty Eyes
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.