STORMLORD – The Curse Of Medusa

Pubblicato il 08/05/2001 da
voto
7.0
  • Band: STORMLORD
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore:

In attesa del nuovo full-length,gli Stormlord tornano sul mercato con un nuovo eccitante EP intitolato “The Curse Of Medusa” che segue ad ormai due anni di distanza il debut album “Supreme Art(of War)” rilasciato dalla tedesca Last Episode,e che oltre a segnare il definitivo passaggio alla Scarlet,delizia per l’ennesima volta l’ ascoltatore con musica di grande qualità anticipando il nuovo corso della band con due nuovi brani,registrati dalla band lo scorso dicembre negli Outer Sound Studios di Giuseppe Orlando dei Novembre. Non molto sembra essere cambiato nelle intenzioni,la band continua a muoversi sulle coordinate di un power black metal sinfonico dallo spirito epico e guerresco,con le nuove composizioni più orientate verso territori thrash e volte a progressioni più articolate ed una concezione quasi progressive della musica(frutto dell’innesto del nuovo tastierista Simone Scazzocchio),così come dimostrano le nuove eccellenti “Under The Samnites’Spears” – in assoluto una delle migliori composizioni della band – e “The Curse Of Medusa”,ottimamente concepita nella sua struttura,e nel suo duettare millimetrico tra chitarra/basso/cassa;stupisce anche lo strumentale “Dawn Of Winter Solstice” ripreso dalle sessions di “Supreme Art…” così come la versione live di “A Descent Into the Kingdom Of Shades”,uno dei momenti migliori delle esibizioni dal vivo della band,in cui Francesco e Pierangelo si alternano nel cantare le strofe riservate su disco a Volgar dei Deviate Damaen,e la splendida cover di “Baphomet” dei Death SS,qui riproposta in una differente versione rispetto a quella apparsa sul tributo “Beyond The Realm Of Death SS”.L’unico momento che lascia un pò perplessi, è la cover di “Creeping Death”,anch’essa dal vivo e registrata nello stesso concerto all’Alpheus club a Roma nel dicembre 1999,che almeno a mio avviso non riesce nell’intento di riproporre il classico dei Metallica, almeno in questa registrazione.Ultimo appunto, alla voce di Cristiano Borchi, incredibilmente maturata rispetto agli esordi, e ormai padrona di uno degli screaming più versatili in circolazione, basti ascoltare la versione live di “A Descent…”,dove il nostro sembra avvicinarsi in alcuni punti al grandissimo Tomas Lindberg degli At The Gates!!!Meno melodici e malati del virtuosismo rispetto ai Children Of Bodom e di maggior spessore dei ‘rivali’ Bal Sagoth,gli Stormlord attendono solo la definitiva consacrazione….

TRACKLIST

  1. The Curse Of Medusa
  2. Under The Samnite's Spears
  3. Dawn Of Winter Solstice
  4. Baphomet
  5. A Descent Into The Kingdom Of The Shades(live)
  6. Creeping Death (live)
  7. The Death Of Medusa
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.