STYX – Cyclorama

Pubblicato il 26/03/2003 da
voto
7.5
  • Band: STYX
  • Durata: 01:03:12
  • Disponibile dal: 18/02/2003
  • Etichetta: Sanctuary Records
  • Distributore: Edel

Un gruppo come gli Styx non ha certo bisogno di presentazioni: 30 anni di onorata carriera alle spalle, album storici come “Paradise Theater”, milioni di copie vendute  in tutto il mondo e migliaia di apparizioni live. “Cyclorama” rappresenta il primo album degli Styx dal 1999: durante questo lungo periodo di assenza dalle scene, molte cose sono cambiate; Dennis DeYoung(voce e tastiere) ha lasciato la band, John Panozzo (batteria)ci ha purtroppo lasciati prematuramente, ed il fratello Chuck Panozzo(basso) si è ritirato. Per questo motivo, la curiosità di ascoltare questo nuovo lavoro era piuttosto alta, soprattutto per vedere se gli Styx del nuovo millennio sarebbero stati in grado di regalarci capolavori di  hard rock melodico come più volte hanno fatto in passato. A mio parere, dopo aver ascoltato più volte l’album, ritengo non solo che la nuova line-up non fa assolutamente rimpiangere quella vecchia, ma soprattutto che “Cyclorama” rappresenta uno dei migliori (se non il migliore) lavoro degli Styx dai tempi di “Paradise Theater”. Per rendersene conto, basta ascoltare le molte perle di hard rock melodico, che compongono “Cyclorama”. A partire dalla teatrale e drammatica “Fields Of The Brave”,caratterizzata da bellissime melodie e perfettamente interpretata dal nuovo vocalist Lawrence Gowan. Per passare alla canzone capolavoro di “Cyclorama”, quella “These Are The Times” in cui elementi di classico rock si fondono con elementi più folk per dar luogo ad un tappeto melodico a cui l’interpretazione corale dei nostri conferisce un senso di maestosità ed epicità che non lascia respiro: questa canzone da sola vale l’acquisto del CD. Per non parlare poi della dolce e commovente “Yes I Can”, una ballad country-rock dalle linee melodiche veramente coinvolgenti la cui disarmante semplicità, contribuisce a renderla ancora più bella e preziosa. Per finire con “More Love For The Money”, altra ottima canzone che gode di una teatrale interpretazione di Gowan (a conti fatti la marcia in più di questo “Cyclorama”). Insomma gli Styx fanno veramente centro con questo nuovo album, in cui ci regalano 12 ottime canzoni di hard rock melodico anni 70, caratterizzate da un songwriting brillante e coinvolgente, e che reppresentano la colonna sonora ideale per un coast-to coast attraverso gli sconfinati spazi americani. Consigliatissimo anche a chi non è un fan del hard rock melodico, o a chi non ha mai ascoltato gli Styx: potreste ritrovarvi in breve ad acquistare tutta la loro discografia!

TRACKLIST

  1. Do Things My Way
  2. Waiting For Our Time
  3. Fields Of The Brave
  4. Bourgeois Pig
  5. Kiss Your Ass Goodbye
  6. These Are The Times
  7. Yes I Can
  8. More Love For The Money
  9. Together
  10. Fooling Yourself
  11. Captain America
  12. Killing The Thing That You Love
  13. One With Everything
  14. Genki Des Ka
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.