SUICIDE SILENCE – The Black Crown

Pubblicato il 15/07/2011 da
voto
7.0
  • Band: SUICIDE SILENCE
  • Durata: 00.47.25
  • Disponibile dal: 12/07/2011
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: EMI

Pilastri del deathcore e della scena americana in generale, i Suicide Silence vivono nella contraddizione di essere una band giovane e popolare e, allo stesso tempo, estrema e ambiziosa. “The Cleansing” ha puntato i riflettori sul gruppo, “No Time To Bleed” ne ha confermato le potenzialità ma non è riuscito a dimostrare un’effettiva maturità artistica. Per smuovere le acque nel capitolo targato 2011 la formazione guidata da Mitch Lurker prova due strade parallele, rimanendo ancorata al caratteristico stile moderno, ultraheavy e ossessionato da breakdown apocalittici: la prima è rappresentata dall’introduzione di vocals tormentate/sussurrate che spezzano lo screaming brutale, affiancate da un riffing che si avvicina al metalcore. La seconda è l’introduzione di ospiti veri e propri, che provengono dalle influenze primarie della formazione: Frank Mullen dei Suffocation battezza le giovani leve su “Smashed” regalando un dialogo brutale; “Witness The Addiction” con Jonatan Davis regala invece un vero e proprio ritornello melodico andando a celebrare le osannate influenze di Korn e Slipknot sulla formazione artistica del gruppo. Bastano questi accenni per migliorare un ascolto che fino a “No Time To Bleed” risultava affannoso, senza variazioni minimali. Ottima idea dunque trascinarsi fuori dalla propria zona di comfort senza eccessive mutazioni, ottimi spunti a livello chitarristico, produzione mostruosa che evoca le ottime prestazioni live del gruppo. Un ulteriore passo avanti dunque, ma resta l’ombra ingombrante del genere deathcore, con tutte le sue limitazioni intrinseche, a imbragare una formazione che continua a proseguire sulla strada giusta, tenendo sul capo la “Black Crown” della scena per la dilagante popolarità.

TRACKLIST

  1. Slaves to Substance
  2. O.C.D.
  3. Human Violence
  4. You Only Live Once
  5. Fuck Everything
  6. March to the Black Crown
  7. Witness the Addiction
  8. Cross-Eyed Catastrophe
  9. Smashed
  10. The Only Thing That Sets Us Apart
  11. Cancerous Skies
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.