SULFUR THORNS AND BLOOD – Demo

Pubblicato il 21/01/2019 da
voto
8.0

Sfuggente come l’unica foto che lo ritrae, Ghost of Mist, il musicista nascosto dietro questa band, non ci rivela pressoché nulla di sé, invitandoci ad ascoltare solo la sua musica; e va detto che ne vale decisamente la pena. Le sue radici musicali affondano parimenti nell’horror metal di italica tradizione e nel lato più scarno ed evocativo dei Peaceville Three, pur con non pochi elementi originali; fin dalla prima traccia, infatti, Ghost of Mist usa senza timore l’elettronica, flirtando alla grande con atmosfere che sanno quasi di dark wave anni Ottanta, a cui però aggiunge anche un senso di disarmonica decadenza, specie nell’uso di linee vocali che ricordano un’ipnotica nenia. “Thorns” ha un incedere che ricorda moltissimo i Mortuary Drape, con la sua evocatività blasfema sorretta da tappeti di tastiere disturbanti, esattamente come alcuni strappi vocali che ci concede – sensazione che torna potente nel seguito, soprattutto nella sinuosa e insieme agghiacciante “Lilith”. L’intermezzo suadente e acustico del secondo brano si ripresenta in forma più compiuta nella successiva “Blood”, che sotto le sue stratificazioni ci fa pensare alla mirabile sintesi dei Monumentum. Ci sono poi momenti più struggenti e doomeggianti guidati dal pianoforte, ossia “Ghost Of Mist” e “Wild Eyes”, quest’ultima arricchita da uno splendido finale che incrocia una fuga di synth prog al cantato in growl, e giù fino alla conclusiva, monocorde ma emozionante “Rain”. Tra odore di candele, malinconia e tanto spleen, insomma, i Sulfur Thorns And Blood sono un progetto da tenere assolutamente d’occhio.

TRACKLIST

  1. Sulfur
  2. Thorns
  3. Blood
  4. Ghost Of Mist
  5. Wild Eyes
  6. Lilith
  7. Sirens
  8. Rain
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.