SVART CROWN – Abreaction

Pubblicato il 21/02/2017 da
voto
8.0
  • Band: SVART CROWN
  • Durata: 00:54:40
  • Disponibile dal: 03/03/2017
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Primo album per la potente Century Media per gli Svart Crown, formazione che negli ultimi è riuscita a far crescere delle ottime aspettative intorno a sè, tanto da guadagnare appunto un contratto con uno dei colossi discografici del nostro genere. Dalla pubblicazione di “Profane”, i francesi non hanno certo nascosto le loro ambizioni, imbarcandansi in più tour possibile e mettendo in mostra un’intraprendenza non comune a supporto di una proposta sempre più personale e competitiva. Un gruppo eclettico, quello con base a Nizza, che negli ultimi tempi ha saputo mescolare sapientemente varie scuole extreme metal, alcune fumose derive “post” e la luce sinistra e il salmodiare, a tratti grandioso, del death metal più imponente. Il nuovo “Abreaction”, come il suo predecessore, mette in mostra vari punti di forza: su tutti, un riffing di chitarra eclettico e ispirato e una ricerca del groove insistente, che sfocia in un flusso di (relativamente) facile ascolto, ma che non risulta mai scontato, grazie a una concatenazione di idee dinamica e coinvolgente. Per ottenere questo risultato, il contributo della sezione ritmica è determinante: essa, infatti, oggi più che mai utilizza suoni e tempi non sempre allineati con gli stilemi della tradizione death metal, optando sovente per andature oblique, fragranze tribali e sospensioni introspettive. Espedienti che, effettivamente, sono di grande utilità nel far raggiungere alla band una dimensione propria, pur mantenendo salda la natura aggressiva delle canzoni. Un sound profondamente marchiato anni 2000, che riesce a stare sempre in equilibrio; episodi in cui Ulcerate o Neurosis rivivono i vecchi tormenti di Morbid Angel e Immolation, con una rotondità e un impatto di immediata presa che rimandano ai Gojira pre-“L’Enfant Sauvage”. Da tutto questo, si capisce che il quartetto sia riuscito a inserirsi nell’affollato panorama death metal contemporaneo con una proposta che non si affanna a rincorrere alcun filone nello specifico, ma che semplicemente viene da un’idea artistica fresca e ben definita. Spaziando fra bordate old school, gelide dissonanze e crescendo atmosferici e trasognati dall’indubbio retrogusto etnico, in un susseguirsi di immagini zeppe di furia e solennità, “Abreaction” procede con uno sviluppo quasi narrativo, preparando una tracklist imponente che non smette mai di regalare nuovi spunti da approfondire e da cui emerge un talento irrequieto e uno sguardo trasversale sulla musica. Una grande prova di maturità per questa band tutta da scoprire.

TRACKLIST

  1. Golden Sacrament
  2. Carcosa
  3. The Pact: To The Devil His Due
  4. Upon This Intimate Madness
  5. Khimba Rites
  6. Tentacion
  7. Orgasmic Spiritual Ecstasy
  8. Transsubstantiation
  9. Emphatic Illusion
  10. Lwas
  11. Nganda
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.