SVARTGHAST – Perdition

Pubblicato il 14/01/2021 da
voto
6.5
  • Band: SVARTGHAST
  • Durata: 00:38:00
  • Disponibile dal: 27/11/2020
  • Etichetta: Dusktone
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Dopo aver utilizzato il monicker Ossarium dal 2017 al 2019, dal 2020 la band svedese in oggetto ha deciso di cambiare veste e di chiamarsi Svartghast. Due sono gli artisti dietro a questa nuova proposta musicale: Azazel e Choronzon, quest’ultimo lo ricordiamo come chitarrista dei Setherial dal 1996 al 2006. “Perdition” è il loro primo full length album, preceduto alcuni mesi prima dal singolo “Luciferian Dawn”. La band suona un black metal sinfonico dallo stile molto classico, in massima parte ripercorre i canoni in voga nella seconda metà degli Anni ’90 cercando di aggiungere un tocco personale, piuttosto che originale. Poco male se manca l’originalità, negli ultimi anni abbiamo visto piccoli segnali di una riscoperta per questo sottogenere musicale, dopo essere stato in passato uno dei motori trainanti della scena black metal mondiale. Il nuovo album degli …And Oceans è la dimostrazione di come, ancora oggi, si possano fare dei grandi lavori pur rifacendosi alla classicità. Anche gli svedesi Svartghast cercano di far rivivere il miglior black metal, riuscendoci però in minima parte. A livello di songwriting, da uno come Choronzon magari ci si poteva aspettare qualcosina di più, invece il riffing di chitarra è davvero vincente soltanto in due occasioni, ovvero nell’opener “Into The Void” e nella conclusiva “Luciferian Dawn”. Nel primo caso, il brano è infatti travolgente grazie anche e soprattutto alle sciabolate delle chitarre; nel secondo, le chitarre fanno invece da sostegno all’atmosfera apocalittica amplificata dai synth; non a caso, il brano “Luciferian Dawn” era stato scelto come singolo per il lancio del full length. A “Perdition”, comunque, manca quel quid capace di far trasalire l’ascoltatore,: la qualità delle sue canzoni è mediamente discreta, ma non incanta quasi mai. Magari il duo deve affinare ancora l’empatia musicale e questo è solo l’inizio di un progetto che in futuro potrà in qualche modo sorprendere. Al momento la band potrebbe soddisfare la ‘fame’ di black metal sinfonico dei fan sfegatati del genere, ma per i suoi contenuti questa release rischia seriamente di non lasciare alcun segno nel tempo. Le atmosfere e lo stile presenti su “Perdition” possono in parte ricordare gli Old Man’s Child dell’ultimo periodo, quello meno ispirato, anche se, a differenza della one man band norvegese, gli Svartghast quasi mai propongono una miscela di stile death-black, rimanendo piuttosto su un songwriting puramente black metal, condito ovviamente da arcane melodie e dai synth. Aspettiamo tempi più maturi.

TRACKLIST

  1. Perdition
  2. Into the Void
  3. Beyond the Veil of Mist
  4. The Black Wraith Ascends
  5. On Dark Wings They Soar
  6. The Presage of Eternal Fire
  7. The Fall of the First
  8. Luciferian Dawn
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.