SYNING – Syning

Pubblicato il 11/04/2021 da
voto
7.0
  • Band: SYNING
  • Durata: 00:34:04
  • Disponibile dal: 09/04/2021
  • Etichetta:
  • Terratur Possessions
  • Distributore: Van Records

Spotify:

Apple Music:

Non sono nomi da poco quelli coinvolti nel progetto Syning, almeno se l’underground black è pane per i vostri denti. Alla chitarra e alla batteria troviamo infatti, rispettivamente, Cernunnus (Manii/Manes) e V. Einride (Whoredom Rife ed ex Keep Of Kalessin), accompagnati alla voce e alle macchine da Levninger dei non troppo noti ma dignitosi Knokkelklang. I tre provano a unire le forze e le loro menti creative in una sintesi riveduta e corretta degli oscuri spiriti che attraversano da sempre la loro natia Trondheim e il resto della Norvegia, con esito magari non epocale, ma decisamente dignitoso.
L’avvio è interessante, nel suo sincretismo, e ci fa quasi immaginare di arruolare i Keep Of Kalessin per un viaggio interstellare: sonorità dilatate, chitarre ribassate su tempi piuttosto lenti e gloomy, un cantato sofferto tipico della scuola più recente del black metal, fino all’inevitabile esplosione dove il contrasto tra chitarre furiose e il persistere di un’atmosfera catacombale funziona, sì, ma non pare giustificare un brano da circa un quarto d’ora di durata (“Atter Igjen Kommer Mørket Krypende”), specie in un’epoca in cui dalla Polonia e ancora più a est lo stesso sound ha già trovato forma concreta e più sintetica. La seguente “Et Siste Skrik” insiste su tempi mastodontici, ma gli inserti di tastiera e una maggior indulgenza verso il doom le donano sicuramente un fascino e una longevità maggiore. La conclusiva “Fortapt” guarda ancora oltre, verso sonorità a cavallo tra dungeon e drone, riuscendo nel risultato di far correre più di un brivido sulla schiena con l’efficace intreccio di chitarra acustica, voce filtrata ed effetti sonori.
Tante buone idee, insomma, con un eccesso di verbosità e ancora una direzione da focalizzare appieno; ma, al di là dei nomi coinvolti, resta un album d’esordio, apprezzabile anche alla luce delle sue componenti più acerbe o scontate.

TRACKLIST

  1. Atter Igjen Kommer Mørket Krypende
  2. Et Siste Skrik
  3. Fortapt
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.