TAAKE – … Doedskvad

Pubblicato il 22/03/2005 da
voto
8.0
  • Band: TAAKE
  • Durata: 00:50:41
  • Disponibile dal: 11/03/2005
  • Etichetta: Dark Essence Records
  • Distributore: Masterpiece

L’attesa è stata premiata. Uno dei pochi simboli rimasti del black metal norvegese originario, i Taake, è ritornato per la terza volta senza fallire il bersaglio. E non poteva essere diversamente visto che questa grande band ha sempre ponderato prima di far uscire una release, puntando sulla qualità e non sulla quantità. La produzione chiara e molto buona separa il nuovo album dai precedenti, soprattutto dal nebuloso esordio “Nattestid…”, gemma che splende ancora nelle tenebra del black metal. Per il resto si può dire che i Taake sono sempre gli stessi, uno dei pochi gruppi che riescono a distinguersi grazie ad un cantato e soprattutto ad un songwriting particolare. Le sette parti che compongono il nuovo “…Doedskvad”, lavoro ben più titolato del predecessore, racchiudono tutte spunti interessanti e momenti davvero alti per chi ama il black metal norvegese. Da prendere ad esempio dell’attuale grandezza dei Taake è l’opener in cui al classico riffing su cui la band ha costruito le proprie fortune, si possono riscontare altre sfumature: quel leggero senso epico che di tanto in tanto la band riesce a dare alle song, quei momenti seppur brevi thrash oriented per spezzare il mood black e dare nuovi impulsi distruttivi alla musica ed infine, ma forse più sorprendente di tutti, quel modo di suonare la chitarra (specialmente verso la fine della canzone) che fa ricordare i lunghi ed intricati fraseggi degli Obtained Enslavement. Pura poesia per le orecchie dunque. Ma i Taake non si fermano qui, in ogni canzone c’è almeno un riff che merita essere sentito più e più volte e specialmente nelle parti tirate i Taake riescono a ribadire il loro classico trademark, per molti gruppi irraggiungibile. Una strana alchimia sonora che la band ha partorito nelle tenebre più impenetrabili, questa alchimia vivifica il riffing di questa band così tanto seguita, a ragione, dall’underground black metal internazionale. Permane qualche lacuna, qualcosa che non permette di gridare al miracolo: per prima cosa la struttura delle canzoni che il più delle volte lascia molto a desiderare e dove i brani potrebbero essere saldi e compatti, i Taake per incapacità li fanno sembrare slegati e dispersivi; il secondo aspetto, meno importante, è dato dai dei piccoli cali di tensione presenti nel cd, specialmente quando la band rallenta senza saper tessere un riffing portante convincente in momenti in cui questo sarebbe indispensabile. Piccole-grandi disattenzioni/insufficienze che non capovolgono l’impressione: quella di trovarsi davanti ad un album black metal sufficientemente fresco seppur fedele agli standard più restrittivi imposti dal genere. E forse la grandezza dei Taake è proprio quella di sapersi muovere con personalità in un ambiente omogeneo ormai sino al midollo. Non abbiate timore di questa nebbia nordica inarrestabile, anzi, amatela e fondetevi con essa per una volta ancora.

TRACKLIST

  1. Hordalans Doedskvad Part I
  2. Hordalans Doedskvad Part II
  3. Hordalans Doedskvad Part III
  4. Hordalans Doedskvad Part IV
  5. Hordalans Doedskvad Part V
  6. Hordalans Doedskvad Part VI
  7. Hordalans Doedskvad Part VII
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.