TARCHON FIST – Apocalypse

Pubblicato il 04/09/2019 da
voto
7.0
  • Band: TARCHON FIST
  • Durata: 00:44:54
  • Disponibile dal: 19/08/2019
  • Etichetta: Pride & Joy Music
  • Distributore: Audioglobe

All’interno della scena metal italiana è presente uno zoccolo duro di band che culla e coccola i propri fan a suon di puro metallo e tante certezze, senza inventarsi chissà quali intenti di evoluzione, di snaturamento, di sperimentazioni di sound. Insomma, qui si parla di heavy metal, punto e basta.  Tra queste formazioni spiccano sicuramente i Tarchon Fist, nati a Bologna nel lontano 2005 e in dirittura d’arrivo verso l’importante traguardo dei quindici anni di onorata carriera. Tutta questa premessa per dire che dal nuovo “Apocalypse” non ci si può e non ci si deve aspettare nessuna particolare sorpresa, solo tanta musica dura che tributa l’heavy metal nella sua forma più classica e tradizionale. Sarebbe un errore lasciarsi ingannare dalla particolare intro “Prologue to Apocalypse”, atmosferica e caratterizzata dalla presenza di un cantato femminile alternato con una voce growl, perché a partire dalla successiva “Clash Of The Gods”, i Tarchon Fist ingranano la marcia veloce per creare e forgiare delle rasoiate che colpiscono taglienti e prive di pietà.  Tra musica epica e richiami maideniani, tra i riff incalzanti del mastermind Lucio ‘LVCIO’ Tattini e gli acuti devastanti del cantante Ramon, ci troviamo catapultati nei gloriosi anni Ottanta, pieni di canzoni veloci e dirette impreziosite da parti vocali maestose.  Sulla granitica “Last Human Strength” ci scappa pure un inserto di “Per Elisa” di Beethoven (chi ha detto Accept?). “Apocalypse”, va specificato, è un concept album, il primo realizzato dalla formazione bolognese che ha centrato in pieno il suo obiettivo grazie ad un mix di potenza e melodia (“Lights Of Fire”) con cui la band si è districata egregiamente nel raccontare la storia ideata per il disco. Anche sul versante produzione il quintetto ha saputo sfornare un buon sound, deciso e old school. Come si diceva ad inizio articolo, chi cerca innovazione o qualcosa di nuovo con cui allietare le proprie giornate all’insegna della musica, vada oltre. I Tarchon Fist da quindici anni a questa parte suonano orgogliosamente heavy metal classico e senza compromessi, lo sanno fare bene e non vediamo ragioni per cui dovrebbero smettere.

TRACKLIST

  1. Prologue To Apocalypse
  2. Clash Of The Gods
  3. Evil Comes From Underground
  4. Lights Of Fire
  5. No Mercy For The Enemy
  6. Last Human Strength
  7. Proud To Be Dinosaurs
  8. Sky Rider
  9. Titan Of The Forest
  10. Razor From The Abyss
  11. My Destiny
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.