TED POLEY – Smile

Pubblicato il 24/11/2007 da
voto
7.5
  • Band: TED POLEY
  • Durata: 00:47:31
  • Disponibile dal: 19/10/2007
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

Ted Poley è stato il cantante storico dei Danger Danger (è recente la notizia che vuole la band riunita con la lineup originale), con loro ha scritto pagine importanti del rock melodico, per poi lasciarsi tentare dalla carriera solista, fino a pubblicare “Collateral Damage” prima, e “Smile” ora. Una carriera votata alla qualità, che arriva alla sua definitiva consacrazione con questo lavoro, prodotto dallo stesso Ted in compagnia di JK Northrup, molto più a suo agio in questa situazione che nel suo osceno album solista, recensito dal sottoscritto qualche mese fa, ed ancora sottofondo ideale delle indigestioni notturne più violente. Qui Ted Poley tira fuori tutta la sua classe e ci consegna dodici pezzi di classicissimo AOR, dove le melodie ed i chorus memorabili sono i veri re della situazione, fino a toccare picchi di eccellenza nei pezzi che chi scrive considera delle vere e proprie opere d’arte del genere, come l’opener “Waiting Line”, le romantiche “More Than Goodbye”, “If I Can’t Change Your Heart (Then Let Me Blow Your Mind)”, la bonjovi-ana “Luv On Me”, dove lo stesso Ted si diverte ad imitare in tutto per tutto il ‘Bongio’ dei tempi andati. Un piccolo déjà-vu cattura la nostra attenzione nell’intro di “What If She Know”, essendo la sua melodia decisamente simile a quella portante di “Halfway To Heaven” degli Europe; per fortuna Ted riprende le redini del discorso e si sposta su lidi più prettamente West Coast nello sviluppo della song, donandoci un pezzo di sicuro successo. Ottima anche la ballad “Where It Ends”, dove l’interpretazione vigorosa di Ted Poley scongiura ogni accusa di eccessiva dolcezza. Complessivamente i suoni relativamente moderni delle chitarre e delle tastiere di Eric Ragno donano attualità ai pezzi, nonostante l’impronta (ed i suoni di batteria, ottimi ma molto riverberati come si usava una volta) sia volutamente revivalistica. La voce di Ted si conserva su ottimi livelli, pur non eccellendo per particolari doti tecniche, e ci lascia un ottimo senso globale all’ascolto. E’ facile, infatti, avere voglia di ascoltare “Smile” più e più volte, giusto per allietare tre quarti d’ora della nostra vita con della buona musica, accurata ma semplice, immediata ed appassionata. Acquisto obbligato per i fan di Ted e dei Danger Danger.

TRACKLIST

  1. Waiting Line
  2. Going Blind
  3. Smile
  4. What If She Knew
  5. More Than Goodbye
  6. Luv On Me
  7. If I Cant Change Your Heart ( Then Let Me Blow Your Mind )
  8. Why Can't We Pretend That It's Over?
  9. Life Keeps Spinning Me Round
  10. Where It Ends
  11. Will Ya
  12. Reprise ( If I Can't Change Your Heart )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.