TELLUS REQUIEM – Invictus (The 11th Hour)

Pubblicato il 18/02/2013 da
voto
7.0
  • Band: TELLUS REQUIEM
  • Durata: 00:58:24
  • Disponibile dal: 22/01/2013
  • Etichetta:
  • Nightmare Records

Spotify:

Apple Music:

Progressive metal di classe ed impatto, quello dei norvegesi Tellus Requiem, alla seconda fatica dopo l’autoprodotto debutto. Approdati presso l’attenta Nightmare Records, i Nostri si presentano bene con questo “Invictus (The 11th Hour)”, lavoro tanto derivativo dai grandiosi Symphony X, quanto fresco e coinvolgente. L’influenza di questi ultimi è chiara, e la band non ne fa un segreto neanche nella biografia, ma lasciateci dire che in un mercato costellato (anzi saturo) di cloni dei soliti Dream Theater, una scelta stilistica di questo tenore vada quantomeno premiata, specie se la qualità media delle composizioni si assesta su livelli più che accettabili. Ascoltate l’intro e la classica (già dopo pochi ascolti) “Red Horizon” per avere la certezza che qui i Tellus Requiem si giocano il tutto per tutto. Chitarre aggressive e tecnicissime, tastiere ‘cinematografiche’ e sezione ritmica da manuale accompagnano la rivelazione Ben Rodgers, cantante estremamente promettente e da tenere d’occhio, dotato di una timbrica potente e di una estensione sicuramente invidiabile (ci ha ricordato un misto tra Dirk Thurisch degli Angel Dust, Mats Levèn e Jonny Lindqvist dei Nocturnal Rites). Qualche indecisione c’è, non possiamo negarlo, se consideriamo le pleonastiche accelerazioni di batteria di “Eden Burns”, o le esagerazioni di “Redemption”, ma come si sa, nessuno è perfetto. Ci rimane un album sicuramente godibile, suonato e scritto con cuore e sudore da una band che, siamo sicuri, continuerà per la sua strada, raccogliendo col tempo sempre più consensi. Con un pizzico di fortuna e di sforzo in più, non fatichiamo ad immaginarli al fianco degli act più blasonati del genere.

TRACKLIST

  1. Ab Aeterno
  2. Red Horizon
  3. Eden Burns
  4. Reflections Remain
  5. Twilight Hour
  6. Sands Of Gold
  7. Tranquility
  8. Redemption
  9. Invictus
  10. Dies Irae
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.