TERROR 2000 – Terror For Sale

Pubblicato il 11/10/2005 da
voto
7.5
  • Band: TERROR 2000
  • Durata: 00:39:49
  • Disponibile dal: 05/10/2005
  • Etichetta:
  • Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

La scena metal va a rotoli? Molte band sono troppo seriose aautocompiacenti? Tutti sono convinti di possedere la verità assoluta?C’è una soluzione a tutto questo? Certo, farci una risata sopra. Questodevono aver pensato i Terror 2000 quando hanno composto questo “TerrorFor Sale”, successore di quel “Faster Disaster” che ottenne tanticonsensi, molti dei quali immeritati secondo il  parere delsottoscritto. A distanza di qualche annetto il supergruppo capitanatoda Bjorn “Speed” Strid dei Soliwork e da Klas Ideberg dei Darkane tornaalla grande con un album di thrash and roll che è una grandissima presaper il culo del mondo metal e non solo. Vi sono titoli che la diconolunga a questo riguardo: “Satans Barbecue”, “Mummy Metal For TheMasses” e soprattutto “Liquors Saved Me From Sports”, letteralmentegeniale. Musicalmente siamo davanti ad una proposta che, purdiscostandosi poco dal precedente platter, si arricchisce di nuovesfumature, quasi tutte dettate dalla voce di Strid, vera e propriamarcia in più dell’album. Il cantante infatti, smessi i panni diserioso leader dei Soliwork, da il meglio di sé in questo “Terror ForSale”, giocando a più riprese con la propria camaleontica voce. La cosapotrebbe stupire, in quanto teoricamente i Terror 2000 dovrebberoessere solo la valvola di sfogo dove Bjorn e Klas propongono “solo” unaforma elementare di thrash, che cozza con le complessità delle lororispettive band. Detto doverosamente del singer, va segnalata anche laprova di Ideberg, chitarrista che riesce ad imporre il proprio talentoanche in ambiti che non lo richiederebbero. Il riffing del leader deiDarkane infatti è sempre preciso come il bisturi di un chirurgo. Anchela sezione ritmica se la cava alla grande, soprattutto il drummer ErikThyselius, davvero ottimo. A saltare all’orecchio sono i brani piùparticolari, come “King Kong Song”, thrash song velocissima dal refraindivertente nel quale Strid sembra simulare le movenze scimmiesche conla sua voce dall’andatura caracollante. Tutto l’album è composto dafucilate pazzesche, vere e proprie schegge thrash, a volte piùrockeggianti, come nel caso di “Metal Mosh Massacre”, a volte piùtetragone come “Wrath Of The Cookie Monster”, dove il singer si cimentaanche in un growling notevole o “Flesh Fever Fiesta”, con tanto dicitazione di “Smoke On The Water”. Assolutamente degna di nota è laconclusiva “Bloody Blues Buster”, sorta di grind evoluto e fuori ditesta che in pochi avrebbero il coraggio di comporre e suonare.Prodotto in maniera perfetta, come sempre, e suonato ancora meglio,questo “Terror For Sale” è una vera e propria boccata d’aria fresca chenon può che far bene ad una scena ancora troppo seriosa, rischiando diavere lo stesso effetto che anni fa ebbe “Speak English Or Die!” deiS.O.D.. Con questo non si vuole dire che questo sarà un album chepasserà alla storia, ma magari riuscirà ad assestare una spallataimportante all’autocompiacimento di certe uscite discografiche. Perparafrasare la band: “Come enjoy the satan barbecue!”.

TRACKLIST

  1. Five Star Prison
  2. Metal Mosh Massacre
  3. Cheap Thrills
  4. King Kong Song
  5. Wrath Of The Cookie Monster
  6. Satans Barbecue
  7. Flesh Fever Fiesta
  8. Liquor Saved Me From Sports
  9. Fed Up Anthem
  10. Mummy Metal For The Masses
  11. Stattena T(h)rash
  12. Bloody Blues Blaster
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.