THE EMPIRE SHALL FALL – Awaken

Pubblicato il 27/01/2010 da
voto
6.5
Streaming non ancora disponibile
Chi si ricorda di Jesse Leach, ex cantante dei Killswitch Engage che militò nella band fino ad "Alive Or Just Breathing"? Jesse aveva lasciato i Killswitch Engage perché voleva dedicare più tempo alla sua famiglia, ma soprattutto perché stava perdendo la voce a forza di urlare dentro un microfono praticamente tutte le sere ai concerti del suo gruppo. Dopo aver cantato in alcune altre band, eccolo tornare alla ribalta fondando questo progetto, gli Empire Shall Fall, che va a ricalcare le orme di quanto precedentemente proposto dalla sua prima band. Facile intuire quindi cosa ci si possa aspettare ascoltando "Awaken": vagonate di riff di scuola swedish, infarciti da sporcaccionaggini hardcore con stacchi mosh da slogare spalle, braccia, collo e tutto… Capitolo a parte lo meritano le clean vocals che, va detto, godono di una certa ispirazione, melodie molto piacevoli che si piantano immediatamente nel cervello dell’ascoltatore (sentire la title track per credere), grazie sì alla loro semplicità, ma anche a un netto miglioramento dal punto di vista prettamente tecnico di Jesse nell’affrontarle. Avrete già capito, quindi, che se siete amanti di sonorità quali appunto quelle dei Killswitch Engage, Unearth, ultimi In Flames, o di aperture musicali melodicamente maestose alla Darkane ("These Colors Blees", peraltro uno dei brani più riusciti della tracklist), questo gruppo potrebbe darvi soddisfazioni. Non aggiunge nulla a quanto già detto in passato da molte altre band e non saranno di certo i The Empire Shall Fall a far cambiare idea ai detrattori del genere; tuttavia i nostri ci hanno regalato un dischetto godibile, che si merita una sufficienza abbondante.

TRACKLIST

  1. Awaken
  2. Lords of War
  3. Voices Forming Weapons
  4. Choir of Angels
  5. We the People
  6. These Colors Bleed
  7. Our Own
  8. The Kingdom
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.