THE GENTLE STORM – The Diary

Pubblicato il 25/03/2015 da
voto
7.0
  • Band: THE GENTLE STORM
  • Durata: 01:54:09
  • Disponibile dal: 23/03/2015
  • Etichetta: Inside Out
  • Distributore: Universal

Arriva finalmente sugli scaffali dei negozi il lungamente atteso debutto discografico del nuovo progetto di Arjen Lucassen ed Anneke Van Giersbergen, The Gentle Storm. “The Diary”, questo il titolo dell’album, è un disco che a priori presenta almeno due grandi punti di interesse; innanzitutto questa volta niente ospiti vari, come da tradizione per il compositore olandese titolare del rinomato progetto Ayreon, ma un unico punto fermo attorno al quale convogliare le idee, ovvero la magnifica voce della sirena di Sint-Michielsgentel. E secondo punto chiave del progetto, “The Diary” non è solamente un album, ma due, anzi, uno solo che ci viene mostrato in due versioni completamente opposte. “The Diary” infatti comprende due dischi, contenenti gli stessi brani: il primo, denominato “Gentle Version”, è stato registrato in una versione acustica incredibilmente ricca, comprendente quasi 40 strumenti, mentre la “Storm Version” è la classica versione gothic doom all’olandese. Se da un lato è fantastico riascoltare Anneke alle prese con un genere che aveva abbandonato da vincitrice nel lontano 1997, dall’altro la versione acustica è deliziosa, ma forse troppo ricca di dettagli e stanca molto presto: sinceramente, da grandissimi fan della rossa cantante abbiamo avuto bisogno di dividere in più sessioni l’ascolto della “Gentle Version” per poterla capire a fondo. Onestamente parlando, l’idea da parte di Lucassen di mettersi in gioco con due facce della stessa medaglia è davvero grandiosa, ma a conti fatti non tutti i brani hanno la stessa buona resa in entrambe le versioni, ed è questo il grande difetto dell’opera in analisi. Senza annoiare citando brani specifici, ovviamente abbiamo pezzi nati specificatamente per l’acustico e canzoni studiate per la resa metal, che difficilmente brillano nella doppia versione, creando così filler e brani sui quali si soprassiede facilmente. Strumentalmente siamo sempre e comunque al massimo, ed anche la produzione è da serie A; a livello lirico “The Diary” è un concept che parla di amore, quindi stavolta nulla di troppo complesso Ayreon-style. E Anneke è sempre Anneke, la miglior cantante femminile al mondo. Disco molto piacevole, anzi, più che piacevole per la maggior parte dei brani, ma poter pensare di scrivere un album egualmente fruibile sia in versione metal che acustica senza cali di tensione è una pura utopia.

TRACKLIST

  1. Endless Sea (Gentle Version)
  2. Heart Of Amsterdam (Gentle Version)
  3. The Greatest Love (Gentle Version)
  4. Shores Of India (Gentle Version)
  5. Cape Of Storms (Gentle Version)
  6. The Moment (Gentle Version)
  7. The Storm (Gentle Version)
  8. Eyes Of Michiel (Gentle Version)
  9. Brightest Light (Gentle Version)
  10. New Horizons (Gentle Version)
  11. Epilogue: The Final Entry (Gentle Version)
  12. Endless Sea (Storm Version)
  13. Heart Of Amsterdam (Storm Version)
  14. The Greatest Love (Storm Version)
  15. Shores Of India (Storm Version)
  16. Cape Of Storms (Storm Version)
  17. The Moment (Storm Version)
  18. The Storm (storm version)
  19. Eyes Of Michiel (Storm Version)
  20. Brightest Light (Storm Version)
  21. New Horizons (Storm Version)
  22. Epilogue: The Final Entry (Storm Version)
3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.