THE GREAT DECEIVER – Terra Incognito

Pubblicato il 27/04/2004 da
voto
8.0
  • Band: THE GREAT DECEIVER
  • Durata: 00:40:39
  • Disponibile dal: /04/2004
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Andromeda

Fantastici! I The Great Deceiver sono tornati e, con questo “Terra Incognito”, si apprestano a diventare uno dei gruppi chiave dell’attuale scena metal-core internazionale! Con il primo full-length “A Venom Well Design” l’accoppiata Tomas Lindberg/Kristian Wahlin aveva stupito tutti, e con “Terra Incognito” i nostri si riconfermano alla grande, sfornando un album veramente pregevole! L’evoluzione musicale dei cinque svedesi riparte dal punto in cui si era fermato l’album precedente e, quindi, anche in “Terra Incognito” ci troviamo al cospetto di un fantastico mix di dark wave, hardcore e metal. La differenze rispetto al passato sono riconducibili ad una maggiore compattezza e maturità compositiva acquisite dai nostri, che li ha portati qui a scrivere pezzi più heavy (a tratti si odono persino echi dei Sepultura di “Chaos A.D.”), concisi e dinamici senza perdere di vista la vena dark-malinconica, componente essenziale e vero marchio di fabbrica del loro sound. Decisamente fuori dagli schemi, i The Great Deceiver continuano ad esplorare in toto i territori più cupi dell’hardcore e quelli più d’avanguardia del metal, mettendo insieme una serie di canzoni memorabili in virtù di una piena maturità melodica, di una classe cristallina e di una forza d’urto irresistibile. Le varie “Today”, “Lake Of Sulphur”, “The Heel On The Throat Of The Young” e “Faust In Exile” sono song monumentali, in certi frangenti orecchiabili ma allo stesso tempo ammantate di una corazza d’acciaio, forgiata dall’ugola ruvidissima di un Tompa in gran forma, dalle chitarre scardinatrici di Wahlin, da loop paranoici e da arrangiamenti ricercati. Un lavoro eclettico e affascinante come pochi, pregno di carica emotiva, figlio di una cultura musicale che non può far altro che partorire genialità. Musica per palati fini, il cui messaggio, così unico, non è affatto facile da cogliere ai primi ascolti. Da avere e da gustare lentamente.

TRACKLIST

  1. Today
  2. We - The Dead
  3. Lake Of Sulphur
  4. From Bereavement To Resignation
  5. Marathon Man
  6. The Heel On The Throat Of The Young
  7. Faust In Exile
  8. Forward/Willing/Sickness
  9. Conspiracy Theorist
  10. Worm Of Truth
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.