THE GUESTZ – Not For Money, Just For Glory

Pubblicato il 18/11/2008 da
voto
7.0
  • Band: THE GUESTZ
  • Durata: 00:20:00
  • Disponibile dal: 12/11/2008
  • Etichetta: Illegal Records
  • Distributore:
I romani The Guestz sono quattro ragazzacci dediti ad uno sporco rock and roll (fracico, per usare un aggettivo a loro caro). La definizione è chiara e semplice, così come lo sono le melodie orecchiabili e quindi facilmente memorizzabili che contraddistinguono le cinque tracce di questo mini CD professionalmente autoprodotto in confezione digipack. Vale la pena di spendere qualche parola sull’etimologia del nome: i nostri dovevano suonare di supporto al complesso tedesco Soul Doctor, sul cartellone venne scritto “Soul Doctor + Markonee + guests”, quindi il chitarrista Jonna ebbe l’idea di chiamare la band The Guests. Nessuna obiezione e quindi venne solamente messa la zeta al posto della esse per differenziarsi da altre due band già esistenti con quel nome, monicker trovato quindi. Motto dell gruppo è quel “Not For Money, Just For Glory” che dà il titolo all’album e ben si confà a quanto scritto musicalmente. E parliamo quindi questo ottimo lavoro che impressiona subito per la notevole produzione, decisamente professionale e difficilmente riscontrabile in altre autoproduzioni. Suoni puliti, chiari, non troppo sporchi e canzoni che sono una perfetta alternanza fra inni rock and roll diretti con chitarre stoppate e ripartenze e ritmi più blandi con cori melodici e molto orecchiabili. “Jonna Wants Two Beers” è perfetta nella sua breve compattezza, così come la granitica “House Of Rock”; bella anche “Naked Alive”, fantastica nel suo assolo prolungato e nei cori vocali così indovinati. “In The Blink Of An Eye” chiude il disco a bassa velocità ma con un riffing graffiante che spesso sparisce per lasciare spazio solo al basso in chiaro stile AC/DC. La differenza sostanziale con gli australiani (nei periodi più calmi, però) è che la voce qui è molto più melodica. Ecco, questo potrebbe essere un appunto da muovere ai nostri, ai quali si potrebbe consigliare una voce più dura, più sporca in alcuni tratti. Disco comunque tanto valido quanto semplice.

TRACKLIST

  1. Jonna Wants Two Beers
  2. Piracy
  3. House Of Rock
  4. Naked Alice
  5. In The Blink Of An Eye
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.