THE KOVENANT – In Times Before The Light

Pubblicato il 11/09/2002 da
voto
6
  • Band: THE KOVENANT
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta:
  • Distributore: Self

Dal passato ritorna la tempesta, annunciata dall’algida brezza siderale di un ritrovato “In Times Before The Light” – debutto discografico della creatura The Kovenant risalente a ben sette anni fa, quando la band norvegese portava ancora il primitivo monicker Covenant (che, ve lo ricordo, è stato cambiato su invito dell’omonimo electro/industrial act svedese, autore delle celeberrime “Dead Stars” e “Stalker”), e vi militavano esclusivamente Nagash e Blackheart. Inizialmente rilasciato dalla britannica Mordgrimm nel 1997, “In Times Before The Light” è ancora adesso un album poco noto ai più, a causa sia di una scarsa reperibilità della sua precedente edizione, sia di un’effettiva disaffezione della band stessa al materiale qui presente, che solo in rare occasioni è stato riproposto dal vivo; va però sottolineato, fin da adesso, che la versione or ora stampata dall’olandese Hammerheart Records, oltre a fregiarsi di un restyling grafico, si impreziosisce di un completo remastering dell’album, che si traduce quindi in una maggiore potenza e definizione del suono ed in un missaggio più equilibrato specialmente delle chitarre che, nella versione originale, spesso e volentieri finivano per coprire gli arrangiamenti tastieristici. Non si tratta quindi esattamente di una semplice ristampa del debutto della band norvegese autrice di capolavori come “Nexus Polaris” e “Animatronic”, ma di un album rivisitato e ringiovanito anche grazie all’inserimento di alcune nuove linee di tastiera che gettano un ponte temporale tra il symphonic black metal di allora e l’electro/industrial-metal di oggi. Nell’insieme si tratta di un lavoro più che valido, contenente alcuni brani davvero interessanti (la title-track, “The Chasm”, “Through The Eyes Of The Raven”, “Dragonstorms”…), forieri di quel genio che investirà i successivi lavori e, considerando anche l’epoca a cui risalgono le recording session di quest’album (ossia a più di un anno prima che i Dimmu Borgir concepissero la loro ‘rivoluzione’ sonora con “Enthrone Darkness Triumphant”), non possiamo che rinnovare lo stesso giudizio positivo di allora. Ispirato, irruente, acerbo.

TRACKLIST

  1. Towards The Crown Of Nights
  2. Dragonstorms
  3. The Dark Conquest
  4. From The Storm Of Shadows
  5. Night Of The Blackwinds
  6. The Chasm
  7. Visions Of Lost Kingdom
  8. Through The Eyes Of The Raven
  9. In Times Before The Light
  10. Monarchs Of The Mighty Darkness
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.