THE NEW BLACK – Cut Loose

Pubblicato il 04/03/2013 da
voto
7.0
  • Band: THE NEW BLACK
  • Durata: 00:43:39
  • Disponibile dal: 15/03/2013
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Rock & roll, Street Metal, NWOBHM, alternative e un po’ di Motorhead. Tutto questo si trova nel terzo lavoro dei tedeschi “The New Black”: immaginate se i Motley Crue fossero nati quindici-vent’anni dopo ed avessero scorrazzato in Germania, invece che in California, ed avrete un’ idea di come suona questo disco; l’inizio è un metal/rock incalzante e la prima sorpresa è quando entra la voce e sembra strano che non sia quella di Lemmy, talmente lo stile richiama apertamente quello dei migliori Motorhead. Si prosegue con “Count Me In”, che si apre con un riff quasi industrial, che potrebbe ricordare i NIN o Rob Zombie, ma il trait d’union è sempre puro rock and roll, che esplode in un assolo vagamente blues. Le sorprese non finiscono: parte una ballad che si trasforma ancora in rock, poi “Superhuman Mission” che richiama ancora Rob Zombie e la title-track “Cut Loose” che sembra strappata da un disco dei Motorhead. E poi ancora: sleazy metal, rock e linee vocali iper-tirate. Un po’ per volta, insomma, si comprende lo stile di questo “Cut Loose”, si trova quel filo conduttore in tutto il disco che è il personalissimo rock della band, mentre tutte le contaminazioni e le influenze sono funzionali e strutturate, tanto che si perdonano un paio di filler ed una semi-ballad non proprio ispirata (“One Thing I Know”), fino ad arrivare alla conclusiva “Antitode”. Il sound dei “The New Black” spiazza, con il suo mix di rock & roll e heavy metal ed è sicuramente fresco e personale; questa già di per sé è una novità, vista l’uniformità che caratterizza molte uscite, a causa delle scelte non proprio coraggiose di molte label. C’è da dire che questo “Cut Loose” non è semplice al primo approccio, chi si aspetta un disco rock troverà molto metal e chi si aspetta un disco heavy troverà molte contaminazioni, cosa non sempre gradita al pubblico metal (compreso chi scrive). Ma val la pena dare un’occasione a questo disco e non abbandonarlo subito: intorno al terzo o quarto ascolto, comincia a fare breccia e ci lascia impressi due o tre pezzi veramente notevoli, seppure nel suo personalissimo stile. Purtroppo, forse, questo genere richiederebbe di essere più “catchy” fin dal primo ascolto, soprattutto in un periodo in cui la fruibilità della musica è tale che molti potenziali ascoltatori hanno un approccio fin troppo rapido e superficiale ad un disco e lo giudicano al primo ascolto, senza possibilità di appello. “Cut Loose” è, invece, un bel disco, anche se non arriva subito; è sicuramente “divertente”, nel senso di piacevole da ascoltare, ben suonato e decisamente personale e fresco, uno di quei dischi che fa venir voglia di alzare il volume e seguire i cori. Resta qualche dubbio sulla longevità di un sound così particolare, ma – per il momento – “Count Me In”.

TRACKLIST

  1. Innicence & Time
  2. Count Me In
  3. Muzzle & Blinkers
  4. Superhuman Mission
  5. Cut Loose
  6. Any Colour You LIke (As Long As It's Black)
  7. Burning D
  8. Not Quite That Simple
  9. Sharkpool
  10. The Unexpected Truth
  11. One Thing I Know
  12. Antidote
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.