THE OCEAN – Aeolian

Pubblicato il 01/12/2005 da
voto
7.0
  • Band: THE OCEAN
  • Durata: 00:53:02
  • Disponibile dal: 28/11/2005
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe

I tedeschi The Ocean sono ancora poco conosciuti, nonostante una discreta attività live, la pubblicazione di due full-length e di uno split con gli svedesi Burst. Dopo cinque anni di attività i nostri sono finalmente riusciti ad accasarsi presso una label prestigiosa come la Metal Blade, mossa che potrebbe sancire l’inizio della loro definitiva ascesa. Su un impianto sonoro solidamente radicato nel post hardcore (i soliti Neurosis e Isis vengono citati come influenze base), i The Ocean riescono infatti a inserire interessanti digressioni sul tema e a risultare molto meno scontati di quello che si potrebbe pensare. La varietà stilistica è certamente il più grosso pregio del combo: l’opener “The City In The Sea”, con le sue aperture pesantissime e groovy, riesce a far incontrare i Neurosis con i Mastodon, mentre gli attacchi vorticosi di “Killing The Flies” o “Une Saison En Enfer”, sorretti da un lavoro di doppia cassa precisissimo, ricordano non poco i Meshuggah. Le grandi doti tecniche dei musicisti coinvolti permettono alla band di lanciarsi in repentini cambi di tempo e di usufruire di una gamma di arrangiamenti particolarmente eterogenea: non a caso, durante l’ascolto di “Aeolian”, è possibile anche rintracciare omaggi a Converge e King Crimson! Le linee vocali inoltre, pur essendo nella loro quasi totalità improntate su screaming e growling, appaiono sempre molto curate e dinamiche e possono contare sull’apporto di interpreti d’eccezione come Tomas Hallbom (Breach), Nate Newton (Converge) e Sean Ingram (Coalesce). Qualche esitazione o dei frangenti non esattamente impeccabili vengono a galla verso il finale dell’album, soprattutto quando i nostri sembrano voler giocare ad essere i più caotici possibile, ma ciò compromette appena la riuscita complessiva di questo ambizioso “Aeolian”. I The Ocean devono ancora smussare alcuni angoli, ma già oggi rappresentano una voce fuori dal coro che merita di essere ascoltata.

TRACKLIST

  1. The City in the Sea
  2. Dead Serious & Highly Professional
  3. Austerity
  4. Killing the Flies
  5. Une Saison En Enfer
  6. Necrobabes.com
  7. One with the Ocean
  8. Swoon
  9. Queen of the Food-Chain
  10. Inertia
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.