THE OCEAN – Anthropocentric

Pubblicato il 02/11/2010 da
voto
8.0
  • Band: THE OCEAN
  • Durata: 00:50:00
  • Disponibile dal: /11/2010
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe
Il nuovo album dei The Ocean suona vivace come un debutto. Anche se ormai non viaggia più assieme a uno pseudo-collettivo ma con una vera e propria band, dentro "Anthropocentric" c’è la maturazione di un’artista, Robin Staps, che non ha l’ambizione di fare copertina, ma che alla sua musica – oggi di fatto un metal melodico e introspettivo – riesce spesso a dare uno spiccato accento di freschezza. Girando tra le tracce di questa seconda parte del concept sulla critica "intellettuale" del Cristianesimo iniziata con "Heliocentric", troviamo riffoni sbilenchi di quel "post" metal intimista tanto caro ai compianti Isis; poco più in la invece ci colpisce un ritornello melodico che puzza di Deftones ("She Was The Universe"), mentre in "The Grand Inquisitor II: Roots & Locusts" il gruppo sembra volersi muovere nella stessa direzione degli ultimi Mastodon, riuscendo però a mantenere una certa corposità a livello di riffing così come di linee vocali, che questa volta si affidano spesso e volentieri al growling. Di fatto non si inventano nulla di realmente nuovo, ma i The Ocean mischiano con agilità tante intuizioni altrui (come altri, ovviamente) in maniera aggraziata e competente. Staps si lascia dietro le continue spinte orchestrali e le divagazioni ambient che avevamo trovato nel precedente album, e forse fa proprio bene. "Anthropocentric" suona più compatto, variegato e, per quanto ci riguarda, anche nettamente più armonioso di "Heliocentric". E quando i nostri rispolverano arpeggi, archi e, in generale, tutta la loro anima soft per la splendida strumentale "Wille Zum Untergang" e la conclusiva, epica, "The Almightiness Contradiction", il risultato è così prestigioso – e atipico, se si considera il sound del resto della tracklist – da lasciare subito a bocca aperta. Disco estremamente curato ed elegante.

TRACKLIST

  1. Anthropocentric
  2. The Grand Inquisitor I: Karamazov Baseness
  3. She Was The Universe
  4. For He That Wavereth…
  5. The Grand Inquisitor II: Roots & Locusts
  6. The Grand Inquisitor III: A Tiny Grain of Faith
  7. Sewers Of The Soul
  8. Wille Zum Untergang
  9. Heaven TV
  10. The Almightiness Contradiction
  11. The Grand Inquisitor IV: Exclusion From Redemption (bonus track)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.