THE RED CHORD – Prey For Eyes

Pubblicato il 17/07/2007 da
voto
7.5
  • Band: THE RED CHORD
  • Durata: 00:45:53
  • Disponibile dal: 20/07/2007
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Un gruppo in costante evoluzione, quello dei The Red Chord. Ci avevano fatto impazzire con il debut “Fused Together In Revolving Doors” – album in cui grind, death metal e math-core venivano mixati per un risultato finale originalissimo e devastante – avevano ugualmente convinto con il più controllato e groovy “Clients” e ora arrivano al fondamentale appuntamento con il terzo full-length con “Prey For Eyes”, nuovo disco che, ancora una volta, è diverso dal precedente, pur rimanendo alfiere di molti dei trademark del quintetto. È bene dire infatti che i The Red Chord, pur evolvendosi palesemente, non sono cambiati poi così radicalmente dal debut: si può infatti affermare che più che ad inserire elementi nuovi nel loro sound, i nostri in questi anni abbiano puntato a rendere le strutture dei pezzi maggiormente dirette e masticabili. Per intenderci, se agli esordi un riff appariva per dieci secondi in un brano per poi essere affiancato e sostituito da un altro, oggi questo riff ricompare più volte, arrivando spesso a marchiare a fuoco la composizione e a renderla memorizzabile sin dopo pochi ascolti. Oppure va notato come le linee vocali di Guy Kozowyk, pur rimanendo in growl, siano generalmente meno aspre e che quest’ultimo sia piuttosto incline ad inserire veri e propri chorus in alcune delle tracce. Insomma, meno riff, ritmiche più ragionate e molto più groove in questi nuovi pezzi, i quali comunque, il più delle volte, continuano a presentare riff nel classico stile del gruppo e intelaiature abbastanza eccentriche e progressive. Ci sono ovviamente delle eccezioni, come, ad esempio, la lineare e melodica “Send The Death Storm”, il finale (bellissimo!) di “Pray For Eyes”, la sognante strumentale “It Came From Over There” e qualche riff prettamente thrash e heavy qua e là, ma se stavate pensando di trovarvi di fronte ad una band del tutto rinnovata siete sulla strada sbagliata. Di certo qualche fan della prima ora rimarrà spiazzato e forse deluso, ma nonostante non si raggiugano i livelli dei due predecessori (niente effetto sorpresa e songwriting un po’ appannato in un paio di episodi), “Prey For Eyes” rimane un signor disco, fresco ed originale come vuole la tradizione dei The Red Chord. Ascoltatelo senza paraocchi.

TRACKLIST

  1. Film Critiques And Militia Men
  2. Dread Prevailed
  3. It Runs In The Family
  4. Send The Death Storm
  5. Pray For Eyes
  6. Responsibles
  7. Midas Touch
  8. Tread On The Neck Of Kings
  9. It Came From Over There
  10. Intelligence Has Been Compromised
  11. Open Eyed Beast Attack
  12. Birdbath
  13. Bone Needle
  14. Seminar
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.