THE UNGUIDED – Father Shadow

Pubblicato il 13/10/2020 da
voto
7.5
  • Band: THE UNGUIDED
  • Durata: 00:52:30
  • Disponibile dal: 09/10/2020
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Sebbene i dischi con i The Unguided abbiano ormai superato come numerosità quelli con i Sonic Syndicate (cinque a quattro), nell’immaginario collettivo i fratellli Sjunnesson vengono ancora associati alla band di “Only Inhuman”, ed effettivamente possiamo dire che, artwork mitologico a parte, i primi quattro album del nuovo progetto sono sembrati la continuazione di “Love & Other Disasters” e “We Rule The Night” ben più di “Confessions”, tentativo riuscito a metà del superstite Robin Sjunnesson di smarcarsi verso lidi ancora più popeggianti. Vista l’innocenza sulle orecchie tue (semi-cit.) non avevamo grandi aspettative nei confronti di “Father Shadow”, e invece dobbiamo dire che, fin dall’incipit in pieno Nightwish-style dell’opener “Childhood’s End”, si percepisce una maggiore ricercatezza sotto tutti i punti di vista, frutto evidentemente di un lavoro più ragionato dopo la bulimia d’inizio decennio (quattro album in sei anni, a fronte dei tre attesi per quest’ultima pubblicazione). Notevole soprattutto il lavoro fatto dal chitarrista e cantante Jonathan Thorpenberg, pregevole tanto negli assoli quanto nei ritornelli in pulito, ben amalgamati allo scream di Richard Sjunnesson; apprezzabili anche la cura riposta negli arrangiamenti, moderni ma mai troppo pacchiani, curati dal tastierista / chitarrista ritmico Roger Sjunnesson. Certo, canzoni come “Never Yeld”, “War Of Oceans”, “Breach” o “Fate’s Hand” ricordano più gli Amaranthe che gli In Flames, ma il confronto con i vecchi classici (qui riproposti in tre autocover, immaginiamo inserite come bonus track per dare una rinfrescata digitale al vecchio catalogo) gioca decisamente a favore dei nuovi pezzi, nonostante una qualità leggermente calante nella seconda metà del disco. Dopo una falsa partenza, i The Unguided sembrano finalmente aver trovato la giusta dimensione: avanti così, in attesa di sentire la risposta del più giovane dei Sjunnesson Bros.

TRACKLIST

  1. Childhood's End
  2. Never Yield
  3. War of Oceans
  4. Breach
  5. Where Love Comes to Die
  6. Crown Prince Syndrome
  7. Fate's Hand
  8. Stand Alone Complex
  9. Lance of Longinus
  10. Seth
  11. Gaia
  12. Jailbreak
  13. Denied
  14. Jack of Diamonds
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.