THE UNITY – Rise

Pubblicato il 13/09/2018 da
voto
7.5
  • Band: THE UNITY
  • Durata: 00:57:31
  • Disponibile dal: 14/09/2018
  • Etichetta:
  • SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Con Kai Hansen impegnato a tempo pieno con il ritorno negli Helloween i quali, dopo il fortunato “Pumpkins United World Tour”, hanno annunciato recentemente che si metteranno al lavoro su un nuovo disco in studio con la nuova formazione a sette elementi, per Michael Ehré e Henjo Richter , rispettivamente batterista e chitarrista dei Gamma Ray, c’è tutto il tempo per concentrarsi su altri progetti e, vista la buona riuscita del debutto targato The Unity con l’omonimo disco uscito solamente un anno e mezzo fa, la band è già pronta a sfornare il successore. Il gruppo tedesco, che sentiamo anche un po’ nostro vista la presenza del bravo singer italiano Gianbattista ‘Gianba’ Manenti, mette sul piatto una dozzina di nuovi brani sempre a cavallo tra hard rock e metal melodico. Ne esce un disco interessante e molto godibile, dopotutto gli artisti coinvolti non sono certo di secondo piano ed il songwriting mette in mostra tutta la loro maestria. Se quello che cercate è un sound improntato su un forte impatto melodico ma che non lascia da parte la giusta dose di potenza, allora questo “Rise” potrebbe finire per girare parecchio nel vostro stereo. Il disco parte forte con la granitica opener “Last Betrayal” seguita dal ruvido midtempo “You Got Me Wrong” con Gianba che graffia al microfono ricordando Russen Allen e Jeff Scott Soto, prima di lasciare spazio ad un refrain ruffiano. Il lato più melodico della band esce fuori poco dopo con “The Storm”, song fatta apposta per colpire i cuori più romantici grazie ad un sound che vira verso binari di stampo melodic hard rock. Rispetto al debutto troviamo a tratti sonorità più moderne come dimostra “Road To Nowhere”, brano che si apre con riffoni stoppati ma che prosegue con un chorus ipercatchy. Henjo si dimostra ispirato e ci regala ottimi solo con la sua chitarra, ma è tutto il gruppo a sembrare coeso e unito, come in fin dei conti il nome della band suggerisce, a dimostrazione che un anno ed oltre di lavoro assieme, con diversi concerti in giro per l’europa, non può che aver creato un certo legame all’interno della formazione italo-tedesca. “No Hero” e “Above Everything” formano un’accoppiata capace di fare pieno centro e tra i momenti da incorniciare durante la tracklist non ci si può dimenticare delle intense atmosfere create dalla ballata “The Willow Tree”, song tutt’altro che banale. C’erano dei dubbi sull’uscita di questo lavoro a così poca distanza rispetto all’esordio. Ma ascolto dopo ascolto queste perplessità sono svanite, merito di un disco per certi versi impeccabile che non può che consolidare il nome The Unity all’interno dell’universo metallico.

TRACKLIST

  1. Revenge
  2. Last Betrayal
  3. You Got Me Wrong
  4. The Storm
  5. Road To Nowhere
  6. Welcome Home
  7. All That Is Real
  8. No Hero
  9. The Willow Tree
  10. Above Everything
  11. Children Of The Light
  12. Better Day
  13. L.I.F.E.
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.