THE WRETCHED END – In These Woods, from These Mountains

Pubblicato il 26/07/2016 da
voto
7.5
  • Band: THE WRETCHED END
  • Durata: 00:39:06
  • Disponibile dal: 04/22/2016
  • Etichetta: Indie Recordings
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Nei loro primi due lavori i The Wretched End ci hanno presentato la loro visione di death-thrash, impreziosita da qualche accenno industrial. Ora, con “In These Woods, from These Mountains”, la band norvegese ha cercato finalmente di spingersi più in avanti, aggiungendo nuovi elementi al proprio sound, quali ulteriori voci pulite, feedback, ritmi più sinuosi e suoni di tastiera corrosi, per un risultato finale che in alcuni tratti può quasi richiamare uno shoegaze riletto in chiave estrema, pieno di riverbero e con un senso melodico convincente. Sia “Ominous” che “Inroads” non avevano certo scandalizzato, ma con quelle opere il gruppo non aveva fatto altro che affidarsi a formule già ampiamente sfruttate da altri, mettendo insieme pezzi dal buon impatto, ma dalla longevità piuttosto limitata. Insomma, la presenza di un musicista-fuoriclasse come Samoth non si sentiva più di tanto. “In These Woods…” invece osa maggiormente: senza rinunciare ad una forte base chitarristica, il disco pone più di una volta un interessante accento anche sull’atmosfera, scomodando più di una volta il paragone con i connazionali Red Harvest. Sono proprio le pennellate di gelida melodia che ci indicano la strada del cambiamento: accompagnate da chitarre deformate e supportate dal solito potente drumming di Nils Fjellström, le linee melodiche abbracciano ora colori decisamente scuri, ora umori elegiaci, donando una notevole spinta emotiva ad ogni traccia. Un pezzo come “Burrowing Deep” in questo senso lascia quasi stupefatti: mai avevamo sentito i The Wretched End esprimersi su registri così genuinamente viscerali. Probabilmente chi contava sul terzetto per una nuova scarica a base di elementi death e thrash metal rimarrà alquanto deluso da questa nuova prova in studio, ma i quattro anni trascorsi dall’uscita di “Inroads” hanno evidentemente cambiato le ambizioni del progetto. “In These Woods…” punta sulla personalità anzichè sullo scontro ad ogni costo, rivelandosi un album senza particolari punti deboli e che mostra una volta per tutte a pieno il potenziale di questa band, da cui ci aspettiamo senza dubbio ancora tante prove soddisfacenti in futuro.

TRACKLIST

  1. Dead Icons
  2. Primordial Freedom
  3. Old Norwegian Soul
  4. Misery Harbour
  5. Atheos
  6. The Decline And Fall
  7. Burrowing Deep
  8. Dewy Fields
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.