THERION – Live Gothic

Pubblicato il 12/07/2008 da
voto
7.5
  • Band: THERION
  • Durata: 04:00:00
  • Disponibile dal: 25/07/2008
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe

Alla luce dei recenti fatti avvenuti in casa Therion – la decisione del leader maximo Christofer Johnsson di licenziare al completo la line-up più longeva mai avuta dal combo svedese – è ovvio come questo “Live Gothic” assuma importanti sembianze di ultima testimonianza di una cospicua parte di carriera della band. Doppio CD + DVD, stesso materiale contenuto, un solo, misero e inutile bonus nella sezione video: all’apparenza non sembrano essere stati fatti molti sforzi per arricchire di ghiottonerie questa release, però a volte le fedeli e semplici trasposizioni funzionano molto più che le trovate geniali inventate per chissà quale scopo. E quindi, in questo lunghissimo “Live Gothic”, veniamo catapultati di botto a Varsavia, Polonia, 14 febbraio 2007, nel bel mezzo del tour di supporto a “Gothic Kabbalah”, sopravvalutato, ultimo lavoro dei Therion. Che dire? I due CD sono spettacolari: la resa live è ottima, sicuramente ritoccata, ma in modo tale da mantenere tutto l’epico e ridondante appeal dal vivo che la band sa sprigionare; il DVD è un pelo inferiore, con le riprese della troupe polacca non proprio eccezionali. Ventidue episodi, ventidue brani che ripercorrono la storia, da “Theli” a “Gothic Kabbalah”, di una formazione più unica che rara: Johnsson, i fratelli Niemann e il batterista Petter Karlsson…e poi i quattro vocalist a dividersi le parti on stage, in un continuo interscambio di ruoli e posizioni, per uno show studiato alla perfezione anche nelle coreografie e nei movimenti, compresa la presenza di una ballerina arabeggiante durante “Wine Of Aluqah” e “The Rise Of Sodom And Gomorrah”. L’istrionico Snowy Shaw e il più compassato Mats Levén fanno da cavalieri alla soprano americana Lori Lewis e alla brunetta Katarina Lilja, impostata più su un classico vocalizzo rockeggiante e aggressivo. Inutile dire che le canzoni più movimentate (“The Blood Of Kingu”, “Son Of The Sun”) e quelle più famose (“To Mega Therion”, “Birth Of Venus Illegitima”) hanno una marcia in più, ma per quanto ci riguarda premiamo segnalare anche “Nightside Of Eden” – davvero stupenda – la dolce “Lemuria” e naturalmente la potentissima cover dei Manowar “Thor (The Powerhead)”, posta come apoteosi finale. Insomma, un piccolo must per tutti i fan dei Therion, di certo una band più che prolifica. Nell’attesa, già trepidante, di sapere come proseguirà l’avventura del gruppo scandinavo…

TRACKLIST

  1. Der Mitternachtslöwe
  2. Schwarzalbenheim
  3. The Blood Of Kingu
  4. The Falling Stone
  5. An Arrow From The Sun
  6. Deggial
  7. Wine Of Aluqah
  8. The Perennial Sophia
  9. Son Of The Sun
  10. Son Of The Staves Of Time
  11. Birth Of Venus Illegitima
  12. Tuna 1613
  13. Drum Solo
  14. Muspelheim
  15. The Rise Of Sodom And Gomorrah
  16. Ginnungagap
  17. Grand Finale
  18. Lemuria
  19. The Wand Of Abaris
  20. Nightside Of Eden
  21. To Mega Therion
  22. Thor ( The Powerhead )
  23. Drum Battle In Holland (bonus)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.