THROES – In The Hands Of An Angry God

Pubblicato il 02/08/2019 da
voto
7.0
  • Band: THROES (USA)
  • Durata: 00:40:52
  • Disponibile dal: 26/07/2019
  • Etichetta: Holy Roar Records
  • Distributore:

Una via dolorosa, quella percorsa dei Throes, che non tutti potranno percorrere e questo va dettto subito a scanso di equivoci: la band dell’Idaho pubblica questo “In The Hands Of An Angry God” e con nove brani riesce ad annichilire tutto ciò che è possibile, lasciando solo macerie fumanti e materia organica in forma non vitale.
L’iniziale “Bad Meat” e la traccia finale rappresentano due poli, un alpha ed un omega che giocano anche con la velocità e con un po’ di grindcore giusto per aggiungere distruzione al marasma sonoro che aspetta l’impavido ascoltatore: in mezzo c’è un oscuro e pulsante centro nevralgico che potrebbe far impazzire coloro che non sono dotati di nervi saldi e di sopportazione al dolore acustico e fisico: un suono acido e slabbrato, caratterizzato ora da sincopi ritmiche e brevi accelerazioni improvvise (“Nothing New”), con una doppietta come “Derelict” e “From Their Nails”, capace di svegliare istinti di terrore primordiale ed evocare veramente negatività (seppur con scopo catartico).
L’andamento sinusoidale di “Carrion” è un saliscendi di contrasti ed attesa di rumore bianco che è come lava bollente sui nervi scoperti e va a sciogliersi nell’arpeggio tetro in apertura a “Disillusion”, con la sua voce sospirata in lontananza, prima che “Ruin” porti al finale già citato di “Fang”. Quindi si parla solo di distorsione, ignoranza pura e cieca? No, decisamente no. C’è un clima malsano ed assolutamente palpabile, quasi come la paura che nel buio si nasconda qualcosa di più grande di noi o di più folle di noi e forse è proprio così: un raggelante soffio che paralizza e non riesce a far reagire fino a quando non si interrompono le ultime note di questo “In The Hands Of An Angry God” e forse è proprio un ribaltamento di ruoli fra l’umano e la divinità che ricorda un altro CD come “It’s Me God” dei Breach e che va a scomodare l’insondabilità teorica di una divinità cieca ma non benevolente e che scatena tutto ciò che c’è di marcio nella sua creazione umana.

TRACKLIST

  1. Bad Meat
  2. They Never Spoke
  3. Nothing New
  4. Derelict
  5. From Their Nails
  6. Carrion
  7. Disillusion
  8. Ruin
  9. Fang
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.