THRONEUM – Deathmass of the Gravedancer

Pubblicato il 28/01/2009 da
voto
5.5
  • Band: THRONEUM
  • Durata: 00:31:17
  • Disponibile dal: 28/06/2007
  • Etichetta: Displeased
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

I Throneum sono senza dubbio tra i gruppi underground polacchi più in mostra e più prolifici nell’ambiente underground black metal. Black metal delle origini, perché i Throneum fanno parte di quei gruppi che si fermano prima del classico sound black metal norvegese, ma rimangono ancorati ai dettami e a quanto sperimentato nel decennio degli anni ’80. Capirete dunque bene quale sia il target dei Throneum e quale il genere proposto, qui sì che si respira ancora il significato della parola underground. La Displeased Records da qualche anno a questa parte sembra aver fatto una scelta abbastanza chiara in tal senso perché sono sempre più le band sul genere dei Throneum a venir messi sotto contratto dall’etichetta olandese. Tornando alla band polacca, si può aggiungere che “Deathmass Of The Gravedancer” è il quinto full length album anche se il minutaggio di questa ultima loro fatica è appena superiore alla mezz’ora. Il trend però a considerare un album di 30 minuti come full length e non come mini CD è un’abitudine consolidata da quasi una decina d’anni, ma è ancora difficile sottoscriverla o condividerla in toto. Non è certo il minutaggio il problema dei Throneum, ma la freschezza di idee. Saranno anche un vero gruppo underground, ma per fare un buon CD non basta essere ‘puri’ o avere la giusta attitudine, bisogna suonare anche buona musica. Il black metal primordiale dei Throneum in questo caso presenta più di qualche pecca, raramente la band convince, come magari aveva fatto in passato, le canzoni stavolta sono piuttosto anonime e non lasciano il segno. Il duo polacco stavolta non convince, non perché la loro musica sia poco estrema o ci sia chissà quale cambio di stile, non si tratta sempre di necro black metal primitivo e grezzissimo ma poco incisivo. Qui troviamo di una pura e semplice questione di ispirazione mancante, questa è la verità che si cela spesse volte su tanti ma e perché di un album che non funziona: inutile cercare la risposta al di fuori di questa evidenza lampante. Sarà per la prossima volta.

TRACKLIST

  1. The Witnesses
  2. No One Fears The Union
  3. Rotten To The Core
  4. Order Of Destruction
  5. Baptism Of Fire
  6. Thou Deepest One
  7. Necronomicon (Imperator cover)
  8. Memories
  9. Outro
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.