TIR – Metal Shock

Pubblicato il 03/08/2019 da
voto
8.0
  • Band: TIR
  • Durata: 00:44:53
  • Disponibile dal: 10/05/2019
  • Etichetta: Gates Of Hell Records
  • Distributore:

I romani TIR, nonostante una discografia ridotta all’osso, sono una di quelle band divenute di culto all’interno della scena metal italiana. Attivi sin dal 1980, i Nostri hanno sfornato un demo quattro anni dopo per poi sparire dalle scene fino al 2011, anno in cui è stato dato alle stampe il poderoso “Heavy Metal”. Da allora sono trascorsi altri otto anni, un’attesa lunga, ma ripagata con un disco che farà la gioia degli amanti del puro metallo ottantiano. Una sirena antiaerea dà inizio alle danze, “Città In Fiamme” attacca a tutta velocità con ritmiche serrate e taglienti, che accompagnano la voce di Giuseppe Cialone (già cantante dei Rosae Crucis), epica e tonante nel maestoso ritornello. A seguire, “La Sfida”: qui i TIR mettono in mostra tutta la loro capacità nel tirar fuori soluzioni melodiche evocative che dominano tutta la prima parte del brano, prima dell’immancabile esplosione di heavy metal suonato a velocità fuorilegge. Se chiudiamo gli occhi sembra davvero di essere tornati ai tempi d’oro della NWOBHM, grazie ai riff di pura scuola britannica. L’italianità della band però non viene mai messa in discussione ed il cantato in lingua madre accentua il “sovranismo” artistico/musicale del gruppo. I TIR risultano molto convincenti anche nei mid-tempo: “Banche Armate” rallenta l’andatura a vantaggio di un sound molto pesante e parti vocali epiche in grado di essere memorizzate sin dal primo ascolto. Gli assoli in twin guitar sono la ciliegina sulla torta di uno dei brani più solidi di questo lavoro. Durante l’ascolto ci troviamo di fronte ad alcune sorprese niente male, come le roboanti “Crazy Mama” e “Beat 150”, canzoni in cui i TIR si divertono a sparare bordate di heavy/rock’n’roll trascinante, che siamo certi dal vivo otterranno grande supporto dal pubblico. Pezzi uno più bello dell’altro si susseguono: “Lasciateci Fare” colpisce per le sue ritmiche ispirate ai vecchi Iron Maiden, che si intrecciano con l’ottimo lavoro di Cialone al microfono. Ci avviciniamo al termine di “Metal Shock”, tempo per un’ultima colata di metallo con “Mitra”, prima che la strumentale “Memoria (Faber)”, chiuda l’album con dolci partiture di chitarra acustica. Di certo i TIR prediligono la qualità alla quantità, perché è vero che hanno pubblicato pochissimi dischi finora, ma ogni nuova release colpisce dritta al cuore e prende a calci in culo chi sostiene che l’heavy metal italiano debba invidiare qualcosa ai colleghi esteri.

TRACKLIST

  1. Città In Fiamme
  2. La Sfida
  3. Banche Armate
  4. La Luna Nel Cerchio
  5. Crazy Mama
  6. Dentro Il Vuoto
  7. Lasciateci Fare
  8. Metal Shock
  9. Beat 150
  10. Mitra
  11. Memoria (Faber)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.