TOOTHGRINDER – I Am

Pubblicato il 16/10/2019 da
voto
7.0
  • Band: TOOTHGRINDER
  • Durata: 00:40.30
  • Disponibile dal: 11/10/2019
  • Etichetta: Spinefarm
  • Distributore: Universal

Streaming:

Cogito ergo sum. Non capita spesso di tirare in ballo la filosofia in ambito metal (almeno nelle accezioni più mainstream), ma la celebre formula cartesiana calza a pennello per introdurre “I Am”, terza fatica (in poco più di tre anni) dal forte sapore autobiografico per i Toothgrinder, il cui frontman mette a nudo le sue dipendenze nella titletrack. Musicalmente parlando, più che Cartesio bisognerebbe però chiamare in causa Kafka, vista la metamorfosi dal prog-nu-melo-djent dell’esordio al mainstream rock/metal che permea il lato A di “I Am”, ancor più di quanto non facesse il precedente “Phantom Amour”. Non sappiamo se sia un modo per far arrivare meglio il messaggio o guadagnare airplay sulla banda larga (o entrambe), sta di fatto che canzoni come “My Favorite Hurt”, “no surrender In The House Of Leaves” o “shiVer” ad un primo ascolto strizzano l’orecchio agli ultimi BMTH, anche se, scavando meglio tra i solchi digitali, non mancano finezze più ricercate. Detto questo, alla pari di Oli Sykes, anche Justin Matthews si dimostra un frontman di razza, gestendo con disinvoltura i passaggi più morbidi, e mostrando di saper anche picchiare duro nei frangenti più pestoni come “The New Punk Rock” o “too soft for the scene, TOO MEAN FOR THE GREEN”, perfetti esempi di metalcore/post-hc moderno in un momento storico in cui il genere sembra vivere una seconda (terza?) giovinezza. Menzione a parte per la doppietta finale con la più articolata “The Fire Of June” e la già citata titletrack, che mescola alla perfezione le due anime dei Nostri, chiudendo il disco con una climax emotiva crescente. L’effetto sorpresa non sarà quello di “Nocturnal Masquerade” ma, a dispetto dei cambiamenti sopra descritti, i Toothgrinder stanno confermando le aspettative che avevamo riposto in loro.

TRACKLIST

  1. The Silence Of A Sleeping WASP”
  2. ohmymy
  3. My Favorite Hurt
  4. No Tribe
  5. no surrender in The House Of Leaves
  6. shiVer
  7. The New Punk Rock
  8. too soft for the scene, TOO MEAN FOR THE GREEN
  9. Can Ü Live Today?
  10. The Fire Of June
  11. I AM
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.