TORTURE RACK – Malefic Humiliation

Pubblicato il 30/07/2018 da
voto
7.0
  • Band: TORTURE RACK
  • Durata: 00:27:40
  • Disponibile dal: 25/05/2018
  • Etichetta: 20 Buck Spin
  • Distributore: Audioglobe

Esattamente come Necrot, Cardiac Arrest o Skeletal Remains, i Torture Rack sono una risorsa di quella recente frangia della scena death metal che rifiuta orgogliosamente di raffinarsi o lasciarsi contaminare da influenze esterne. Il gruppo di Portland si riaffaccia sulla scena con “Malefic Humiliation”, secondo full-length le cui coordinate musicali si rintracciano senza alcuna fatica dalle parti del death metal dei tardi anni Ottanta e dei primi Novanta. La sensazione che si trae dall’ascolto dei nove brani del disco è che i ragazzi statunitensi abbiano imparato a memoria la lezione di alcuni dei padri del genere e che il loro obiettivo come band sia sostanzialmente quello di confezionare un repertorio che possa fungere da appendice per coloro che non hanno più molta voglia di riascoltare ogni singolo giorno i soliti grandi classici di 25/30 anni fa. “Malefic Humiliation” in pratica è questo: un disco che, per forza di cose, non può impressionare per freschezza, ma che al contempo risulta efficace per tiro e immediatezza. Vista anche la loro palese attitudine punk, si può senza dubbio considerare i Torture Rack dei cavernicoli, ma un ascolto senza preconcetti è in grado di svelare un riffing di chitarra che puntualmente regala dei momenti squisitamente catchy e una bella sezione ritmica che scandisce con estrema praticità tali azzeccati passaggi. Non è proprio il caso di chiedere al gruppo una maggiore incisività del suono perchè i pezzi sono già il più diretti e concisi possibile: in effetti, a tratti sembra addirittura di riavere a che fare con i Cannibal Corpse di “Eaten Back To Life” o “Butchered At Birth”, tanta è l’ingenua sfrontatezza che emerge da queste trame. Insomma, sotto praticamente qualsiasi punto di vista, i Torture Rack non possono certo essere accusati di pretenziosità: il loro è veramente un sound pratico, concreto ed essenziale. Tanto nei contenuti quanto nella forma. Su tutto spicca l’impatto e, infatti, questo lavoro di chitarra grintoso e i continui finali incendiari che la band riesce ad architettare strappano continuamente un sorriso. A chi dal death metal cerca il giusto mix di sostanza e capacità interpretative, “Malefic Humiliation” potrà dunque risultare un’opera lodevole e, soprattutto, divertente. Dopo tutto, il quartetto può a volte vantare un brio che tanti vecchietti e paladini della vecchia scuola ormai non possono più permettersi.

TRACKLIST

  1. Festering Castration
  2. Mace Face
  3. Masked In Leeches
  4. Corpse Revenge
  5. Slave To The Savage
  6. Found In Feces
  7. Lurking In The Undercroft
  8. Destined For Dogmeat
  9. Sweltering In Gore
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.