TOTAL RECALL – Always Together

Pubblicato il 18/07/2021 da
voto
7.0
  • Band: TOTAL RECALL
  • Durata: 00:35:12
  • Disponibile dal: 16/07/2021
  • Etichetta:
  • 1054 Records

Spotify:

Apple Music:

I Total Recall sono una formazione di veterani della scena hardcore milanese, con un passato comune in band che hanno lasciato un segno nella scena locale, nazionale e oltre come K-Again, Traces Of You, Embrace Destruction e Rise Above Dead. Il quintetto, legato da una forte coesione artistica e soprattutto da amicizie decennali, si è unito in memoria di Massimo Bianchi, compagno di mille avventure musicali e non, a cui questo debutto è chiaramente dedicato, dal “sempre insieme” del titolo del disco alla copertina, un ripoff di “Surgical Steel” dei Carcass realizzato con gli strumenti di lavoro del compianto Massi. L’EP “Wooden Scars” ha messo in chiaro le coordinate stilistiche dei milanesi: siamo davanti a un hardcore metal pesante e monolitico, fatto da accordature abissali, ‘machine-gun’ riff e una sezione ritmica possente, con basso in grande evidenza e vocals interamente e costantemente brutali. Il primo album ufficiale si sviluppa in nove pezzi seguendo le stesse coordinate, con la prima metà che picchia durissimo, in maniera quasi asfissiante, alternando slayer-core e pezzi di chiara matrice HC (“Zeitgeist Paradise”) a soluzioni più rallentate, pachidermiche e sporche (“Thirst Of Blood”, “Seas Of Illusions”), che trovano un picco emotivo nella centrale “Poison Flow”, scelta non a caso come singolo e perfetta rappresentante dell’intera raccolta. Da lì in poi le composizioni traslano in maniera fluida, mantenendo ovviamente i punti cardine ben definiti dalla propria visione, verso un sound leggermente più moderno, trovando ottimi groove e lasciandosi andare a soluzioni più varie e spiazzanti, come le influenze nu-metal sul finale di “Never Again” e la sfacciatezza anthemica della titletrack – altro pezzo che emerge con tanto di breakdown apocalittico che farà felici gli youtuber delle ‘reactions’. Un disco d’impatto, che trasuda la maturità artistica e l’affiatamento dei componenti, ma se questi possiamo darli quasi per scontati, visto il passato dei musicisti coinvolti, è un piacere constatare come in breve tempo i Total Recall abbiano sviluppato un’identità precisa e un suono molto concreto, crudo e reale, frutto anche del lavoro agli SPVN Studio con Stefano Orkid Santi, un producer a suo agio con il metal estremo di Cripple Bastards, Forgotten Tomb ed Helion. Al film capolavoro di Paul Verhoeven gli appassionati di metal e hardcore potranno presto associare questo solidissimo debutto.

TRACKLIST

  1. Thirst For Blood
  2. Zeitgeist Paradise
  3. Shrine Of Pain
  4. Seas Of Illusion
  5. Poison Flow
  6. Never Again
  7. Always Together
  8. Knife Cut Brain
  9. Emptiness Disgrace
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.