TOUNDRA – IV

Pubblicato il 22/04/2015 da
voto
7.0
  • Band: TOUNDRA
  • Durata: 00:50:31
  • Disponibile dal: 26/01/2015
  • Etichetta:
  • Superball Music
  • Distributore: Universal

Spotify:

Apple Music:

I Toundra sono una band che arriva dalla Spagna. Paese piuttosto inusuale per generare  una scena, quella post-hardcore, che nel sottobosco più profondo custodisce perle di sicuro valore artistico. I Toundra, dal 2007, lentamente e con proverbiale flemma mediterranea, si sono ritagliati uno spazio che annovera moltissimi estimatori e tanti fan sparsi per tutto il globo. Tre album alle spalle e centinaia di concerti hanno fatto sì che i quattro musicisti iberici raccogliessero consensi e attestati di stima grazie ad un sound molto personale che si percepisce nei loro lavori. Anche il quarto album, intitolato semplicemente “IV”, suggella il valore musicale ed artistico della band. Il percorso evolutivo si fa ancora più personale e più sognante rispetto agli esordi. Il post rock presente nelle otto lunghe tracce dell’opera ha un sapore quasi bucolico che ci ricorda le divagazioni progressive dei Motorpsycho più psichedelici. L’opener “Strelka” si apre infatti con suoni che sembrano provenire da un bosco, dove tra le fronde di alberi secolari fa capolino un sole che scalda l’anima e coccola il cuore. La musica dei Toundra è anche questo. Scalda e coccola. Una musica che trascende le regole del rock e che spazia in altri generi quali il folk e in certe soluzioni shoegaze. Un viaggio quasi sinuoso in un cielo terso ed azzurro. Il post rock strumentale dal sapore indie è molto riservato, intimo, quasi un colloquio privato tra  l’anima dei musicisti ed il cuore dell’ascoltatore. I Toundra si pongono all’ascoltatore con molta eleganza e stile, quasi non volessero disturbare troppo, ma poi lasciano tracce e ricordi indelebili. Le divagazioni heavy presenti ci ricordano fraseggi cari ai Russian Circles, con intermezzi che esplodono in echi epici e poderosi come nella monumentale “Viesca”, che si apre con una chitarra acustica leggera per poi evolversi e trasformarsi in bordate che si avvicinano ai Callisto di “Noir”. I Toundra proseguono nel loro personalissimo viaggio fatto di luci e tantissima carica emotiva; carica che riescono ad esprimere con canzoni splendide, dipingendo un mondo dove il rumore e lo stress della vita quotidiana si trasformano ancora in qualcosa di bello e poetico.

TRACKLIST

  1. Strelka
  2. Qarqom
  3. Lluvia
  4. Belenos
  5. Viesca
  6. Kitsune
  7. MRWING
  8. Oro Rojo
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.