TRIVIUM – Ascendancy

Pubblicato il 06/03/2005 da
voto
7.0
  • Band: TRIVIUM
  • Durata: 00:55:18
  • Disponibile dal: 11/03/2005
  • Etichetta: Roadrunner Records
  • Distributore: Universal

Passati in pompa magna dalla tedesca Lifeforce Records al colosso Roadrunner, i Trivium sono l’ennesima rivelazione in campo metal-core e affini. Accostabile in tutto e per tutto ai vari Killswitch Engage, Shadows Fall, God Forbid e compagnia urlante, il quartetto di Orlando (ma quante band sforna questa città?) è un valido rappresentante dell’azzeccata unione tra sonorità thrasheggianti di vecchio stampo – ed infatti i Trivium tengono a farci sapere che le loro principali influenze risalgono a Testament, Slayer e Pantera – e i chorus iper-melodici e pulitissimi che caratterizzano la metal-core new generation. C’è da dire che il singer/chitarrista, Matt Heafy, è davvero bravissimo a proporre sia il classico screaming strozzato e hardcoreggiante, sia delle clean vocals da urlo (scusate il gioco di parole…), le quali, unite alle melodie ricercatissime proprio dei ritornelli, creano dei cavalli di battaglia mica da ridere (leggasi: canzoni che, dopo mezzo ascolto, sono già stampate in testa). La produzione mostruosa di Jason Suecof ed il mixaggio di mastro Andy Sneap garantiscono pulizia, potenza e pesantezza al suono dei nostri giovani americani, in possesso poi di un’ottima tecnica individuale. Un difetto del disco, se proprio vogliamo cercare il pelo nell’uovo, sta nella durata, un po’ troppo prolissa, sia di “Ascendancy” tutto, sia di alcuni episodi, ben strutturati ma che alla lunga stancano; i pezzi, inoltre, non variano moltissimo fra loro, impostati come sono su riff e tempi micidiali, strofe urlate e sparate e chorus ariosi e penetranti. Rispetto ai loro compagni di scena, mancano i rallentamenti cadenzati da mosh, ma certo è che, soprattutto per gli amanti del genere, questo lavoro si può considerare un acquisto a botta sicura, in quanto brani come “Rain”, “Drowned And Torn Asunder”, “Like Light To The Flies” e soprattutto la stupenda “A Gunshot To The Head Of Trepidation” (dal vago sapore hard-rockeggiante, se non fosse per i suoni di cemento armato), sono degli hit davvero memorabili. Come leggete, però, la seconda parte della tracklist è stata del tutto trascurata dal sottoscritto, segno evidente che l’attenzione cala un pochino con il trascorrere dei minuti ed un briciolo di noia spunta all’orizzonte. Comunque sia, la Roadrunner ha visto ancora una volta bene e i Trivium gioveranno assolutamente della promozione della label. Come detto, per gli appassionati del genere un must da non perdere.

TRACKLIST

  1. The End Of Everything
  2. Rain
  3. Pull Harder On The Strings Of Your Martyr
  4. Drowned And Torn Asunder
  5. Ascendancy
  6. A Gunshot To The Head Of Trepidation
  7. Like Light To The Flies
  8. Dying In Your Arms
  9. The Deceived
  10. Suffocating Sight
  11. Departure
  12. Declaration
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.