TURISAS – Turisas2013

Pubblicato il 11/09/2013 da
voto
7.5
  • Band: TURISAS
  • Durata: 00:41:48
  • Disponibile dal: 26/08/2013
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: EMI

“Turisas2013”, un titolo d’album che, pur nei suoi infelici piattume e bruttezza, ben identifica ciò che questo disco trasmette all’ascoltatore, ovvero il trovarsi di fronte ad un band che, nel corso della sua carriera, svolta all’interno di un genere – il folk-metal – definito da coordinate stilistiche piuttosto precise, non ha mai avuto paura di sperimentare e andare oltre, elevandosi dalla massa di formazioni nate nell’ultimo decennio e arrivando appunto nel 2013 non solo con un lavoro ottimo, ma soprattutto con uno stile immediatamente riconoscibile e, ora lo possiamo dire, completamente maturo. I finnici capitanati da Mathias ‘Warlord’ Nygard hanno probabilmente trovato una stabilità di line-up finalmente invidiabile e funzionale, grazie all’ingresso di elementi di assoluto valore quali il tastierista Robert Engstrand, il batterista Jaakko Jakku ed il bassista Jesper Anastasiadis. Con esecutori così preparati, uniti agli storici Jussi Wickstrom alla chitarra e Olli Vanska al violino, Nygard ha potuto riflettere sul fin qui composto e decidere infine in quale direzione dirigere il timone della sua nave di rosso-nero dipinta: lasciati da parte i fasti pomposi e le composizioni elaborate che contraddistinguevano sia “The Varangian Way”, sia soprattutto “Stand Up And Fight”, il compositore principale dei Turisas ha rivolto il suo sguardo al passato, cercando di rispolverare l’appeal genuino e autenticamente battagliero del fortunato esordio “Battle Metal”, sapientemente mischiandolo, però, con l’esperienza accumulata nel songwriting durante gli ultimi anni. Il risultato ottenuto è un platter molto più in-your-face e diretto rispetto ai predecessori, prodotto benissimo senza strafare in epicità e ridondanza, bensì focalizzando in misura maggiore l’impatto generale su sezione ritmica e riffing di chitarra, finalmente rilevante in un’opera dei Turisas. Non si sta chiaramente parlando di un disco grezzo e registrato in fretta, anzi! La quantità e la cura degli arrangiamenti in “Turisas2013” sono debordanti e denotano davvero l’alto grado di maturazione e capacità raggiunto dal combo. Cori e vocalizzi sono impeccabili; Mathias migliora anno dopo anno; il programming orchestrale è quanto mai avvincente; la presenza di assoli azzeccatissimi un po’ ovunque è sinonimo di varietà, così come gli accenni thrash, classic metal e hard-rock che si odono spesso qua e là durante la fruizione. Brani che restano presto in testa si alternano ad altri leggermente meno immediati, ma la differenza col recente passato è quasi abissale; addirittura la presenza di brani più banalmente folkeggianti (“No Good Story Ever Starts With Drinking Tea”, “Into The Free” e in parte “Run Bhang-Eater, Run!”, che si conclude placidamente) va quasi a sminuire le altre canzoni, piccole gemme di perfezione compositiva, tra le quali non possiamo non citare le nostre preferite, ossia “The Days Passed”, “Greek Fire” e il singolo/video “Ten More Miles”. Non lasciatevi ingannare, quindi, dai primi fuorvianti ascolti che farete di “Turisas2013”, oppure dalla nostalgia di un disco-esplosione come fu “Battle Metal”: questi Turisas del 2013 – appunto! – si impongono su buona parte dei loro colleghi di genere, sfornando un lavoro assolutamente da avere e consumare! Bravissimi.

TRACKLIST

  1. For Your Own Good
  2. Ten More Miles
  3. Piece By Piece
  4. Into The Free
  5. Run Bhang-Eater, Run!
  6. Greek Fire
  7. The Days Passed
  8. No Good Story Ever Starts With Drinking Tea
  9. We Ride Together
3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.