TURNSTILE – GLOW ON

Pubblicato il 28/09/2021 da
voto
8.0
  • Band: TURNSTILE
  • Durata: 00:34:57
  • Disponibile dal: 27/08/2021
  • Etichetta:
  • Roadrunner Records
  • Distributore: Warner Bros

Spotify:

Apple Music:

L’essenziale. Citiamo Marco Mengoni per introdurre il nuovo lavoro dei Turnstsile perchè tutto qui è essenziale: dall’artwork minimale al booklet di due pagine passando per il retro del CD in stile primi anni ’90. Essenziale è anche la distribuzione/promozione, qui praticamente inesistente pur avendo alle spalle un’etichetta importante come la Roadrunner, così come essenziale (ma stavolta nel senso letterale del termine) è anche prestare ascolto a “GLOW ON” se si è cresciuti negli anni d’oro di MTV e si vuole restare al passo coi tempi. Cavalcando l’onda retromaniaca, che dagli anni ’80 sta velocemente galoppando verso i ’90, la formazione di Baltimora sembra aver trovato la definitiva quadratura del cerchio con il terzo disco, una miscela esplosiva di nu-metal, punk-rock ed alternative che per semplicità potremmo definire come ‘post-hardcore casinaro ma con stile’. Lungi dal voler scimmiottare i vari Fred Durst e Dexter Holland, che peraltro se la cavano ancora alla grande, Brendan Yates e soci si distinguono dai loro predecessori grazie all’inserimento di passaggi raffinati al limite del dream-pop, senza tuttavia risultare troppo fighetti per chi è cresciuto a pane e Tony Hawk. Emblematica in questo senso la collaborazione con Blood Orange, cantautore che spazia dalla rilassante “ALIEN LOVE CALL” allo shoegaze di “LONELY DEZIRES”, così come i ritmi latini di “DON’T PLAY” o “UNDERWATER BOI” sorpassano a sinistra gli ultimi Twenty One Pilots (con cui peraltro condividono il produttore), mettendo d’accordo i lettori di Pitchfork e di Kerrang. I fanatici del fitness aggiungano pure “BLACKOUT”, “HOLIDAY”, “WILD WRLD” o “T.L.C. (TURNSTILE LOVE CONNECTION)” nelle proprie playlist da palestra, ma il bello è che perfino interludi come “HUMANOID / SHAKE IT UP” o “NO SURPRISE” hanno una loro dignità, a riprova di come i Turnstile non siano una band solo ‘singoli e distintivo’. Forse è ancora presto per parlare di album dell’anno o della nascita di un nuovo genere, ma se i Beastie Boys degli anni ’80 avessero viaggiato ai giorni nostri con la DeLorean, ci immaginiamo sarebbero usciti con un disco dinamitardo come “GLOW ON”.

TRACKLIST

  1. MYSTERY
  2. BLACKOUT
  3. DON’T PLAY
  4. UNDERWATER BOI
  5. HOLIDAY
  6. HUMANOID / SHAKE IT UP
  7. ENDLESS
  8. FLY AGAIN
  9. ALIEN LOVE CALL
  10. WILD WRLD
  11. DANCE-OFF
  12. NEW HEART DESIGN
  13. T.L.C. (TURNSTILE LOVE CONNECTION)
  14. NO SURPRISE
  15. 15. LONLEY DEZIRES
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.